Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 1087
VITTORIA - 29/07/2009
Politica - Vittoria: ancora strascichi polemici in casa Mpa

Amarù sfida Piccione: «Perché lasciò Urbanistica?"

Secondo il commissario giovani Mpa, Piccione ha agito in maniera autoreferenziale. «A quale titolo scrive che i consiglieri non rappresentano Mpa in Consiglio»?
Foto CorrierediRagusa.it

Il commissario dei giovani Mpa Paolo Amarù (che dovrebbe essere ormai ex insieme ai 4 consiglieri) sfida Giuseppe Piccione (nella foto), autore della lettera con la quale non riconosce più il gruppo consiliare, inviata al presidente del Consiglio Luigi D’Amato e al sindaco Giuseppe Nicosia.

«Non capisco a quale titolo- scrive l’avvocato Amarù- l’ex comandante Giuseppe Piccione abbia sottoscritto la lettera, inviata tra l’altro anche al presidente del Consiglio comunale di Vittoria, ove si rileva che i quattro consiglieri dell’MPA non rappresentano più il movimento. Penso che l’assenza di titoli istituzionali-politici in capo a Giuseppe Piccione non lo legittimino a prendere tale decisione se non in modo autoreferenziale».

Non solo Amarù non gli riconosce il ruolo, ma «sfida» Piccione a «dire espressamente alla cittadinanza e poi a tutti i componenti del movimento dell’MPA di Vittoria quali siano state le ragioni, sino ad oggi sconosciute, che lo hanno portato a rassegnare le proprie dimissione da assessore dell’ Urbanistica. La trasparenza, infatti, in questo caso dovrebbe essere d’obbligo. Spero che il dr Piccione risponda al mio invito con la stessa solerzia che lo ha portato a redigere la lettera di cui dicevo prima». Per la cronaca, Giuseppe Piccione motivò allora le sue dimissioni sostenendo che la "città era in mano ad irresponsabili e avventurieri".