Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1365
VITTORIA - 28/07/2009
Politica - Vittoria: Giuseppe Piccione dichiara sospesi definitivamente i 4 consiglieri Mpa

8 consiglieri «single» in cerca di sistemazione partitica

Fra non molto i «senza partito» dovranno dichiarare un’appartenenza. Ecco l’attuale collocazione dei 30 consiglieri. 8 Pd, 1 Idv, 1 D’Amato, 1 Casa sinistra, 1 Bellaciao, 8 Pdl, 1 Dieli, 1 Alleanza siciliana, 8 indipendenti

Come sarà il nuovo consiglio comunale di Vittoria, dopo la sospensione definitiva dei 4 consiglieri dell’Mpa Mario Mascolino, Concetta Fiore, Sebastiano Gatto e Davide Privitelli? L’ultima scossa alla politica la dà il responsabile del gruppo di lavoro Mpa Giuseppe Piccione, che scrive al sindaco e al presidente del Consiglio. «L’Mpa non è più rappresentato in Consiglio comunale». Con due note inviate ai 4 consiglieri comunali, e per conoscenza al presidente del Consiglio Luigi D’Amato e al sindaco Giuseppe Nicosia, Giuseppe Piccione ha ratificato la fuoruscita dei 4 consiglieri dall’Mpa per effetto della loro stessa autosospensione.

Fuori senza appello, perché l’atteso intervento mediatore del presidente Raffaele Lombardo non ci sarà mai. Così ha deciso Riccardo Minardo e così è fatto. Mpa, capitolo chiuso, almeno per ora, perché nessuno ha smentito le voci che vorrebbero due consiglieri, uno del Pd e un indipendente ex centrodestra, in contatto segreto per un eventuale ingresso nel movimento. A Minardo la trattativa piace. Se così fosse, l’Mpa avrebbe di nuovo due consiglieri comunali.

Detto questo, diamo uno sguardo all’attuale composizione del Consiglio comunale, soprattutto in vista della dichiarazione di scelta obbligatoria di appartenenza a un partito o a un unico Gruppo misto che i consiglieri senza partito dovranno fare. Caso sollevato da Giuseppe Cannella qualche mese fa, quando lanciò l’out out a tutti i consiglieri che decidevano di fare un gruppo fai da te.

Il Pd conta ad oggi 8 consiglieri: Gaetano Carbonaro, Rosario Dezio, Giuseppe Fiorellini, Giovanni Formica, Piero Gurrieri, Alfonso La Marmora, Angelo Macca e Filippo Tuttobene. La Lista D’Amato è composta dal solo Luigi D’Amato; Idv da Fabio Prelati. In 10 sostengono l’amministrazione Nicosia. Nell’ambito del centrosinistra troviamo ancora: Casa della Sinistra con Mariella Garofalo; Bellaciao con Peppe Cannella.

Nel centrodestra il gruppo più corposo è il futuro Pdl, 8: Salvatore Artini, Luigi Marchi, Riccardo Terranova, Fabrizio Comisi, Attilio Maira, Giovanni Moscato, Marco Greco e Nino Nicosia.

Vittoria che cambia è rappresentata da Nello Dieli, Alleanza siciliana da Giombattista Ragusa.
In un unico calderone, piaccia o no, il nuovo Gruppo misto dovrebbe mettere insieme 8 consiglieri indipendenti, di destra e di sinistra, così citati in ordine alfabetico: Francesco Aiello, Giuseppe Cannizzo, Concetta Fiore, Sebastiano Gatto, Mario Mascolino, Claudio Muscia, Davide Privitelli e Roberto Zelante.

Appena i consiglieri decideranno cosa fare, in ossequio al regolamento comunale che vuole un solo gruppo di indipendenti, Walter Cavanna, coordinatore informatico, e Tonino Sansone, responsabile della gestione sito del Comune, procederanno ad aggiornare il sito online, fermo da diversi mesi, nella speranza di non doverci mettere mano fino alla scadenza della legislatura.