Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 1230
VITTORIA - 26/07/2009
Politica - Vittoria: il partito autonomista vittoriese cambia strategia politica

Vittoria: decapitati i circoli Mpa. 2 nuovi consiglieri?

Silenzio sui nomi: forse un Pd e un indipendente ex centrodestra. Giuseppe Piccione: «Basta circoli e polemiche, lavoriamo per il territorio. In autunno il congresso della svolta»

Riccardo Minardo non torna indietro. Chi se n’è andato non può più rientrare. Mario Mascolino e Concetta Fiore restano sospesi, e anche Davide Privitelli e Sebastiano Gatto, che con una lettera al commissario avevano preso le distanze dal gesto di Mascolino e Fiore, tirandosi fuori dalle beghe interne del partito. Inoltre, tutti i circoli che erano nati e che avevano creato confusione di idee e politiche a non finire, sono stai azzerati. Esiste solo l’Mpa.

In compenso, l’Mpa vittoriese potrebbe avere presto due nuovi rappresentanti in Consiglio. Se il referente del partito vittoriese, Giuseppe Piccione, ex assessore all’Urbanistica, ha la bocca cucita, Riccardo Minardo conferma. Due consiglieri comunali, uno indipendente ex centrodestra e l’altro attualmente Pd avrebbero manifestato l’intenzione di entrare nell’Mpa. «Li conosco –dice Minardo- sono persone affidabili»

Alla decisione di rompere definitivamente i rapporti con i 4 consiglieri comunali sopra citati, si è giunti dopo l’ultima riunione del Gruppo di lavoro allargato ai consiglieri di quartiere che s’è tenuto a Scoglitti. Giuseppe Piccione ha fatto un lavoro egregio. S’è discusso di tutto e si sono gettate le basti per iniziare una nuova fase politica che metta al bando le polemiche e l’accaparramento di posti di governo. «Smentisco categoricamente- dice Piccione- che l’elezione di Gina Guerrieri alla presidenza del quartiere di Scoglitti nasconda la volontà del partito di avvicinarsi di nuovo alla maggioranza».

L’ex capo della Polizia municipale ha anche spiegato il gesto di Roberto Sisino, diventato direttore dell’Amiu. «Abbiamo ritenuto la nomina un caso tecnico e professionale e non politico. Abbiamo preso atto delle dimissioni di Sisino dalle cariche del partito e accolto lo stesso come un iscritto al partito». Raffaele Lombardo, da Palermo, si consulta con Riccardo Minardo e lascia fare. Molte cose si chiariranno in sede congressuale. «Che speriamo di celebrare entro settembre o ottobre», dice Giuseppe Piccione, che senza volerlo ha assunto il ruolo di referente del partito vittoriese con l’avallo del deputato e commissario Riccardo Minardo.