Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 1119
VITTORIA - 16/01/2009
Politica - Vittoria – A un mese dal 1° congresso acque agitate nel Pd

Si è dimesso Giovanni Formica, il Pd senza segretario comunale

Rapporti tesi col sindaco Nicosia. Il segretario dimissionario: «Dimissioni irrevocabili, si cerchino un coordinatore» Foto Corrierediragusa.it

Con le dimissioni s’è chiuso il 2008 e all’insegna delle dimissioni s’è aperto il 2009. Avevano chiuso Luigi D’Amato e Francesco Aiello, dall’Mpa a Progetto Vittoria, dal Pd ad Azione democratica. In questi giorni ha lasciato l’Udc Roberto Zelante e nelle ultimissime ore s’è dimesso da segretario del Pd Giovanni Formica (nella foto).

Dopo un piccolo «giallo» sulla veridicità delle dimissioni, l’interessato conferma. «Mi sono dimesso- dice Formica- tutto vero, e sono dimissioni irrevocabili. Troppi impegni personali non mi consentono più di occuparmi del partito». Questa la versione ufficiale, nella realtà Formica s’è dimesso perché con il sindaco e l’amministrazione non c’era più feeling.

Rapporti tesi che lo stesso Formica aveva già manifestato pubblicamente. Prima alla carta stampata «Gazzetta del sud», poi a Radio Futura, rispondendo alle domande di Andrea Di Falco. «Sono deluso dal «Nicosia bis» e degli assessori. Con il sindaco non c’è più dialogo. La fusione Ds- Margherita è stato un fallimento». Una frase che equivale alle dimissioni. Che sono arrivate in questi giorni.

A nulla sono valsi gli appelli di Nadia Fiorellini, presidente del partito, Giuseppe Digiacomo, segretario provinciale, Gianni Caruano vice sindaco e Gaetano Carbonaro, che invitavano Formica a revocare le dimissioni in attesa del congresso cittadino che si terrà a febbraio, un mese prima di quello regionale. «Le dimissioni sono irrevocabili»- ha ribattuto Formica.

Nel corso della direzione provinciale che si è tenuta nella sede dell’Officina Pd di Vittoria, il segretario Digiacomo ha espresso solidarietà a Salvatore Avola e ha illustrato le future regole congressuali, rivelando che probabilmente la campagna di tesseramento sarà prorogata fino al giorno del congresso. Della crisi che attraversa il partito a Vittoria, ma anche in provincia e nel resto d’Italia, nessun accenno.

La proposta di Nadia Fiorellini prevede che un triunvirato regga le sorti del Pd di Vittoria fino al primo congresso di febbraio. Per non scontentare nessuno, i nomi probabili sono quelli di Giuseppe Fiorellini, Salvatore Di Falco e Piero Gurrieri.