Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 12 Dicembre 2018 - Aggiornato alle 23:58
VITTORIA - 26/02/2018
Politica - "Patto per la salute" tra Stato e cittadini

Razza e Zorzi sul nuovo ospedale di Ragusa: "Sarà presto realtà"

L’assessore regionale alla sanità promette un servizio sempre migliore Foto Corrierediragusa.it

Un «Patto per la salute» tra Stato e cittadini che innalzi la qualità degli standard assistenziali, con maggiori prestazioni sanitarie e preveda, anche con incentivi fiscali, la possibilità di ricorrere alla corretta e periodica prevenzione sanitaria. E’ la novità del programma di Fratelli d’Italia e del Centrodestra illustrato alla sala convegni dell’Emaia di Vittoria con gli interventi dell’assessore regionale alla sanità Ruggero Razza e di Valeria Zorzi (foto), candidata al collegio uninominale di Ragusa per la Camera dei Deputati. Previsti punti qualificanti del programma di Governo del Paese che riguardano aiuti economici a chi non può lavorare e agli anziani, il raddoppio dell’assegno di invalidità e l’aumento delle pensioni minime, il rafforzamento della sussidarietà e una rivisitazione del Terzo Settore che sia qualificato, sostenibile e che generi valore.

«La gente ci chiede punti fermi sulla sanità - ha spiegato nel suo intervento la candidata Valeria Zorzi - La salute per i cittadini è una delle priorità assoluta del nostro programma di Governo di Centrodestra per l’Italia, con proposte concrete e serie, pronte a trovare soluzioni per le esigenze che stiamo via via raccogliendo sul territorio. Una serietà e una concretezza che abbiamo già avuto modo di vedere in questi primi mesi del Governo Musumeci che, nell’area di Centrodestra e nato anche grazie all’alleanza tra Fratelli d’Italia e Diventerà Bellissima, ha già previsto una grande inversione di tendenza.

Ruggero Razza, in qualità di assessore regionale alla Sanità, sta già lavorando al nuovo bando per scegliere i manager Asp e degli ospedali siciliani attraverso l’elenco nazionale degli idonei, ma si è già dato il via al processo per la nuova fase di stabilizzazione dei precari della sanità, ma soprattutto già a marzo sarà presentata la nuova rete sanitaria». E sul «Patto per la Salute», la Zorzi ha spiegato che si tratta di una novità che mira a ridurre la spesa sanitaria pubblica e ad incrementare la qualità sanitaria per gli assistiti.

«Il vecchio detto prevenire è meglio che curare - ha detto la Zorzi - trova la concreta applicazione in questo patto tra Stato e cittadini che invita ad effettuare gli screening di prevenzione e ad introdurre meccanismi di premialità fiscale. Da una parte si prevengono le patologie, e dunque le cure che hanno costi sempre più esorbitanti, e dall’altra, attraverso la diagnosi precoce, si migliora la salute dei cittadini e si riducono le possibili patologie invalidanti».

Sui nuovi obiettivi in campo sanitario da parte del Governo Musumeci si è soffermato l’assessore regionale alla Sanità, Ruggero Razza, che ha rimarcato la volontà del nuovo esecutivo, in netta discontinuità con quanto è stato fatto dal Governo del Centrosinistra, di svoltare pagina. Da qui gli interventi di riqualificazione per gli ospedali siciliani, con la programmazione di ben 224 milioni di euro, la stabilizzazione dei precari e il nuovo piano di riordino. Sollecitato dai giornalisti, l’assessore Razza ha parlato anche del nuovo ospedale Giovanni Paolo II di Ragusa che non è stato ancora aperto: «Sbaglia chi pensa che resterà una cattedrale nel deserto. Non sarà così, anzi stiamo lavorando per raggiungere il risultato che tutti vogliamo. In questa fase, come tutti sanno, sono in corso delle indagini da parte della magistratura e dunque i tempi sono stati necessariamente rallentati ma si sta già lavorando alla prossima apertura con il trasferimento dei reparti già nei prossimi mesi. Il nuovo ospedale - ha concluso Razza -
diventerà un polo d’eccellenza».