Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 785
VITTORIA - 10/11/2008
Politica - Vittoria – L’ex sindaco ricevuto dal prefetto Fanara

Il sindaco Nicosia chiude la porta a Francesco Aiello

«Azione democratica è responsabile di tutti gli attacchi verbali all’amministrazione. Se vuole parli con l’assessore La Terra» Foto Corrierediragusa.it

Francesco Aiello, leader di Azione democratica, ha cominciato la protesta contro la crisi che attanaglia il comparto agricolo. Con un sit in davanti ai cancelli del mercato e con una richiesta d’incontri al prefetto, al ministro per l’Agricoltura, e all’assessore regionale Giovanni La Via. Il prefetto l’ha già ricevuto, ma gli altri, forse, non prenderanno in considerazione la sua richiesta.

Il primo «no» giunge dal sindaco Giuseppe Nicosia (nella foto). «Se vuole, Aiello, di agricoltura potrà parlarne con l’assessore allo Sviluppo economico Piero La Terra». Fra i due c’è solo cenere, la cenere provocata da due anni di attacchi e difese mediatiche su tutti gli argomenti politici e amministrativi della città. Che ora, rende noto Nicosia, sono al vaglio della Procura della Repubblica.

«Dopo l’incontro con il prefetto Carlo Fanara- scrive Aiello- Azione democratica attende ora la convocazione del sindaco, del ministro e dell’assessore all’Agricoltura. L’obiettivo è quello di svegliare le istituzioni dal letargo e di richiamare l’attenzione sulla crisi delle campagne. Azione democratica fa parte del Tavolo verde meridionale che persegue da anni l’obiettivo di portare alla ribalta dell’opinione pubblica e del Parlamento i temi della crisi commerciale e dell’indebitamento delle aziende. Ora siamo al punto di non ritorno. Occorrono provvedimenti utili e regole per la trasparenza».

Se l’udienza in Prefettura è stata accordata, quella chiesta al Ministero per l’agricoltura e all’assessorato regionale, difficilmente saranno concesse. Perché Aiello da un lato chiede udienza e dall’altro continua ad affermare che ministro e assessore in agricoltura «hanno fatto solo passerella».

Nicosia ha comunicato che con lui non parlerà mai, con tanto di motivazione. «In riferimento alla richiesta d´incontro sui temi della crisi del comparto agricolo avanzata dalla S.V. il 3 novembre scorso- scrive Nicosia-considerati gli attacchi verbali e i documenti, nonché le azioni illegali, sottoposte in questo momento al vaglio della magistratura, di Azione democratica, non ritengo opportuno incontrare codesto movimento, in pendenza di procedimenti giudiziari nei quali l’Amministrazione Comunale ha ritenuto di individuare responsabilità di Azione democratica e le ha denunciate. Ciononostante, ritenendo preoccupanti le condizioni del comparto agricolo, nei prossimi giorni sarà fissato un incontro tra Azione democratica, insieme a quanti vorranno intervenire sul tema, e l’assessore al ramo, Piero La Terra».

Francesco Aiello