Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 23 Ottobre 2017 - Aggiornato alle 14:01 - Lettori online 764
VITTORIA - 06/04/2017
Politica - Il vicesindaco Andrea La Rosa ha evidenziato il problema dei debiti che assillano l’ente

Vittoria, approvato rendiconto 2016. Urge il bilancio

Il Pd ha criticato la mancata approvazione dello strumento finanziario entro i termini previsti Foto Corrierediragusa.it

Il consiglio comunale approvato il rendiconto per l´esercizio 2016. Il vicesindaco, Andrea La Rosa (foto), ha espresso grande soddisfazione per il risultato ai cui si è arrivati con grande anticipo rispetto alla scadenza di legge. «Il rendiconto dell’esercizio 2016 -spiega La Rosa- evidenzia le problematiche di cui soffre l’Ente, prime fra tutte il proliferare dei debiti fuori bilancio risalenti a dieci e a venti anni fa, e una gestione delle entrate proprie che va potenziata e posta nella dovuta attenzione». Prossimo passo adesso per l’amministrazione è l’approvazione del bilancio di previsione 2017-2019 che, per cui la Giunta ha già dato il via libera, e che adesso sarebbe al vaglio dei revisori prima di approdare in Consiglio comunale. «Nonostante i tantissimi problemi che investono gli Enti locali – dichiara ancora il vicesindaco - nonostante una decurtazione dei trasferimenti statali e regionali per oltre 800 mila euro, siamo riusciti a definire un bilancio che contiene buona parte dei progetti della nostra amministrazione».

Per quanto riguarda invece le critiche sollevate dai consiglieri comunali Pd Bianca Mascolino e Salvatore Di Falco, riguardo alla mancata approvazione del bilancio di previsione entro la scadenza prevista del 31 marzo, La Rosa parla di «sterili polemiche». «Basta guardarsi un po´ intorno – sostiene il vice sindaco - per comprendere la reale situazione di tanti Comuni, che quest’anno più’ degli altri anni avranno serie difficoltà a chiudere la propria programmazione. Noi – conclude La Rosa - guardiamo in casa nostra e siamo contenti di essere riusciti a definire una programmazione finanziaria rispettosa dei tanti limiti e vincoli imposti dalla normativa vigente».