Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 48
VITTORIA - 25/09/2008
Politica - Vittoria – A seguito della denuncia alla Corte dei Conti di Terranova

La Regione intima la revoca dell´esperto Titta Rocca

Rocca: «Vado avanti nella legalità». Il sindaco: «Hanno sbagliato legge. Si riferiscono agli incarichi a professionisti» Foto Corrierediragusa.it

L’assessorato regionale agli Enti locali ha bocciato la nomina di Titta Rocca (nella foto) esperto del Comune di Vittoria. Riccardo Terranova, che il 24 giugno scorso aveva presentato una denuncia alla Corte dei Conti, esulta.

"L’assessorato- scrive il forzista Terranova- ha intimato al sindaco Giuseppe Nicosia di revocare tempestivamente la nomina, fatti salvi gli accertamenti per eventuali responsabilità di altra natura patrimoniale e penale portati avanti dalla Procura della Repubblica presso la Corte dei Conti".

Terranova gongola e Titta Rocca s’infuria. "Mi vogliono fermare, ma io vado avanti. La nomina è stata avallata dal segretario generale e dall’avvocatura del Comune. Il sindaco dovrebbe allora licenziare anche gli altri esperti Claudio Sassi e Rosanna Meli, che non sono provvisti di laurea?"

Già, perché solo Rocca, che negli anni ’80 è stato assessore comunista all’Urbanistica, ai Lavori pubblici, alla Polizia urbana per 12 anni, a metà degli anni ’90 presidente della Commissione edilizia per 4 anni e che in questi ultimi due anni ha lavorato a braccetto con l’assessore Giulio Branchetti?

"Perché do fastidio. Con la vicenda del cimitero, delle distillerie e dei piani di lottizzazione. E non è finita, continuerò a titolo gratuito e tirerò fuori anche il progetto della pubblica illuminazione che stiamo trattando. Perché non hanno detto nulla quando ho denunciato il rilascio di concessioni scadute? A fine anno farò una relazione e parlerò di tutto; voglio solo che il sindaco la legga per intero in consiglio comunale".

Riccardo Terranova aveva inviato l’interrogazione consiliare sull’esperto Titta Rocca il 24 giugno scorso. Chiedeva anche alla Procura di mettere il naso sulla determinazione sindacale 377 del 7 febbraio 2008, con la quale, appunto, Rocca veniva autorizzato a occuparsi di urbanistica e di aree di espansione di Vittoria e Scoglitti. "Con quali titoli- si chiese Terranova nell’interrogazione- invitando il sindaco a revocare in autotutela la determinazione che prevedeva una compenso mensile di 1.850 euro".

Nell’interrogazione Terranova chiedeva di conoscere in base a quale norma di legge e deroghe alle prescrizioni normative, veniva affidata la nomina di esperto a Rocca, "atteso che tali importanti e delicati compiti, come la pianificazione del territorio, la individuazione di nuove aree di espansione per l’edilizia residenziale, commerciale e artigianale della seconda città della provincia, andrebbero affidati a veri esperti muniti di titoli e di comprovata esperienza".

Per il sindaco Giuseppe Nicosia il dirigente che ha inviato la nota di revoca al comune "ha preso fischi per fiaschi. Hanno scambiato la legge. Hanno preso quella che regolamenta gli incarichi a professionisti esterni, dove è prevista la laurea e l’hanno applicata a queste consulente, che si possono dare, anche senza laurea, a soggetti con particolari requisiti e competenze. Rocca è uno di questi, come lo sono Claudio Sassi e Rosanna Meli. Rocca ha un passato di amministratore e di presidente della Commissione edilizia, senza possedere la laurea".

E rivolto a Riccardo Terranova, il sindaco dice. "Che titoli e competenze aveva Terranova quando L’assessore Leontini lo nominò consulente regionale per le tematiche in agricoltura? Non aveva la laurea e neanche le competenze agricole, eppure percepiva lo stipendio. Questa legge che citano vale solo per il comune di Vittoria"?