Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:06 - Lettori online 790
VITTORIA - 06/07/2016
Politica - Intanto si è dimesso il segretario cittadino del Pd Francesco Cannizzo

Vittoria, prima seduta del nuovo consiglio comunale

Sono 24 consiglieri rispetto ai 30 precedenti, Andrea Nicosia verso la presidenza Foto Corrierediragusa.it

L’insediamento del nuovo consiglio comunale è in programma mercoledì alle 19 presso la sala Mazzone all’interno dell’ex centrale elettrica. Sarà la «prima» per sindaco, assessori e i 24 consiglieri comunali che presteranno giuramento. La seduta sarà presieduta dal consigliere anziano, ovvero il più votato, Andrea Nicosia, che si avvia ad essere anche il presidente del consiglio comunale. Nicosia è da sempre braccio destro del sindaco Giovanni Moscato (foto) e raccoglierà il consenso della maggioranza che conta 15 consiglieri contro gli 8 delle varie opposizioni. Dopo l’elezione del presidente si passerà a quella del vice e in questo caso le previsioni propendono per Giuseppe Scuderi eletto nella lista «Sviluppo Ibleo» a sostegno di Giovanni Moscato.

Il sindaco dal suo canto ha rinnovato in massima parte tutto il suo staff dando il via allo «Spoil system» per quanto riguarda i suoi più stretti collaboratori. Al momento Moscato non ha messo mano ai dirigenti dei vari uffici ma la questione è in agenda così come è tutto da vedere chi andrà alla presidenza della Fiera Emaia, vero e proprio centro di potere e di consenso da sempre appannaggio del Pd.

Dimissioni del segretario cittadino Pd

Francesco Cannizzo si è dimesso da segretario cittadino del Pd. E´ il diretto interessato a darne notizia con un comunicato. "Le recenti vicende elettorali, con il duro e preoccupante risultato delle elezioni amministrative - si legge testualmente - mi hanno fatto ritenere che sia giusto e opportuno procedere immediatamente a un mutamento nella responsabilità di direzione. Il Partito è di fronte a una prova difficile e per vincerla, come io ritengo sia possibile, occorre da subito uno sforzo coraggioso e complesso di sviluppo delle novità che abbiamo promosso e di ulteriore innovazione politica e di ricostruzione organizzativa. Tra poco più di un anno, si celebrerà un nuovo congresso e sarà necessario avviarlo nel modo più aperto possibile. Prego di intendere la mia rinuncia - scrive ancora Cannizzo - allo stesso modo in cui accettai il compito di segretario: per senso del dovere e nella persuasione di agire nell´interesse generale del nostro Partito. Oggi è necessario dare un segnale agli iscritti e simpatizzanti del Partito che fino ad oggi ho rappresentato. Pertanto, presento le dimissioni da segretario del Partito Democratico di Vittoria, perché oggi più che mai, il Pd - conclude Cannizzo - deve dare un forte segnale di cambiamento e di rinnovamento".