Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 719
VITTORIA - 23/04/2016
Politica - A poche settimane dalle amministrative

Vittoria su rifiuti e Piano regolatore

Il Consiglio di Giustizia amministrativo di Palermo ha infatti respinto il ricorso presentato dai consiglieri dell’opposizione Foto Corrierediragusa.it

Rifiuti e Piano regolatore, il sindaco Peppe Nicosia (foto) incassa due punti a favore poco prima di lasciare la poltrona di primo cittadino. Il Consiglio di Giustizia amministrativo di Palermo ha infatti respinto il ricorso presentato dai consiglieri dell’opposizione che si erano prima rivolti al Tar e poi al Cga per confutare la tesi portata avanti dall’amministrazione. I magistrati hanno stabilito che la procedura adottata dall’amministrazione è corretta e quindi il piano a suo tempo adottato dalla giunta e quindi dal consiglio può essere utilizzato. Gli undici consiglieri di opposizione nel corso della seduta dell’aprile del 2014 avevano presentato un emendamento che di fatto stravolgeva il piano. Da qui il ricorso della maggioranza al Tar che diede ragione alla maggioranza. La questione non si fermò qui perché i consiglieri di opposizione sono andati avanti rivolgendosi al Cga che ha definitivamente chiuso la vicenda affermando la correttezza dell’iter amministrativo seguito. Sia il tar sia il Cga hanno stabilito che tutti i consiglieri hanno il diritto di essere a conoscenza di tutti gli atti portati in aula e che l’emendamento approvato, nel caso del Prg, mancava della cartografia, essenziale per un documento di pianificazione del territorio. A questo punto entra in vigore il piano votato dalla maggioranza.

Per quanto riguarda i rifiuti, invece, il Cga ha respinto il ricorso della Sea che di fatto era stata esclusa dal servizio perché non riusciva a mantenere pulita la città. Il Cga ha inoltre raccomandato l’indizione di una gara pubblica per l’appalto dei rifiuti, così come aveva richiesto la Sea.