Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 13:05 - Lettori online 843
VITTORIA - 22/08/2008
Politica - Vittoria ? Attesa in queste ore l’assegnazione delle deleghe

Quasi pronta la squadra assessoriale del Nicosia bis

La Terra (Urbanistica), Piccione (Sviluppo economico), Mezzasalma (Pari opportunità), Diquattro (Bilancio e Tributi) Foto Corrierediragusa.it

In questi giorni il sindaco Giuseppe Nicosia (nella foto) assegnerà le deleghe assessoriali ai nuovi amministratori. Di ufficiale, per ora, solo la nomina di Rosanna Meli a esperto alla Solidarietà. L’ex assessore ha sciolto le riserve accettando l’invito del sindaco. E’ il terzo esperto insieme a Claudio Sassi e Titta Rocca.

Entro venerdì il sindaco scioglierà i nodi relativi alle deleghe da assegnare. Le indiscrezioni che circolano nel palazzo danno indicazioni molto fondate. Vediamole una per una. Giovanni Macca e Luciano D’Amico staranno in carica fino all’autunno, il tempo di completare il lavoro iniziato.

A Gianni Caruano (Pd) il sindaco affiderà un ruolo politico e basta: vice sindaco e garante dei rapporti con il Consiglio comunale. Conferma totale per Paolo Monello (quota sindaco), che si occuperà sempre di scuole, pubblica istruzione e beni culturali. Salvatore Avola (Pd), si occuperà dei lavori publici. Piero La Terra (Pro Scoglitti) è in pole position per l’Urbanistica, assessorato di peso, che il sindaco non vuole affidare a esperti dell’edilizia.

Per i nuovi entrati, è molto probabile che Giuseppe Piccione (Mpa) detenga un altro assessorato importante, lo Sviluppo Economico (stavolta completo di deleghe), lo stesso già avuto da Giovanni Cirnigliaro e da Angelo Giacchi. Filippo Cavallo (Sinistra indipendente) si occuperà di Cottimi e manutenzioni, ecologia e ambiente; mentre Anna Mezzasalma (Pd) avrà le Pari opportunità.

E’ fragile ma per ora non si rompe, Carmelo Diquattro (Sdi), rimasto senza copertura in Consiglio dopo l’emigrazione di Fabio Prelati. A Diquattro sarebbe piaciuto lo Sviluppo economico, ma dovrà rassegnarsi a lavorare ancora con gli aridi numeri del Bilancio e dei Tributi (che già curava ai tempi nelle precedenti giunte) e terrà contatti con il presidente della Sogevi Giovanni Denaro.

Fra settembre e ottobre sono previsti altre due staffette e un mini rimpasto. Via Macca e D’Amico, dentro un esponente dell’Mpa (Enrico Di Martino?) e uno del Gap (Claudio La Pegna, l’uomo per il quale Luigi Marchi è pronto a dare in «pegno» la sua credibilità politica). Ma da qui a settembre, con i primi temporali autunnali possono accadere molte cose.

Intanto il segretario del Pd di Vittoria Giovanni Formica s’allinea con le posizioni del sindaco Nicosia. Nessuna richiesta di assessorati per altri esponenti del Pd e pieno sostegno all’azione dell’amministrazione comunale. Il nome di Angelo Dezio, per ora, è scomparso dai «pizzini» di Formica. Tornato da una breve vacanza ha rilasciato una dichiarazione di fedeltà a «termine»: «un passo indietro per qualche mese».

«Condivido ? scrive Formica- l’impostazione del sindaco Nicosia, credo infatti che in questo momento debba prevalere il buon senso e la responsabilità di tutti». E un motivo c’è. «La giunta in carica ha davanti a sé scadenze importanti e decisive per la città: autoporto, mercati, ospedale ecc. I partiti e gli assetti di giunta devono fare un passo indietro per qualche mese. E’ giusto cosi».

Parole che gettano acqua sul fuoco delle polemiche dei giorni precedenti Ferragosto, ma che rinviano all’autunno la ripresa del conflitto interno. A quando il Pd avvierà il processo politico che porterà al congresso e dove in molti chiederanno conto dell’operato del segretario soprattutto per le scelte fatte nella composizione della direzione provinciale del partito.

«I gruppi consiliari «nuovi» ? spiega il segretario- si consolideranno in questa fase. Personalmente non do giudizi sulle scelte personali dei consiglieri, ritengo però che chi si oppone per partito preso si assume gravi responsabilità di fronte ai vittoriesi. Il sindaco Nicosia e la nuova giunta hanno il pieno sostegno del Partito democratico che ribadisce la scelta di aprire una nuova fase politica e amministrativa a Vittoria. Forse prevale la preoccupazione di qualcuno (sempre all’ opposizione anche di se stesso) per l’avvio di questa nuova fase politica? I punti di riferimento per noi non possono essere nient’altro che i cittadini e i loro problemi».