Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:52 - Lettori online 794
VITTORIA - 15/01/2016
Politica - In vista delle amministrative il clima politico si scalda

Candidatura a sindaco? "Questione" di Nicosia!

Intanto partiti e movimenti sono alle prese con le candidature dei consiglieri nelle varie liste Foto Corrierediragusa.it

Nicosia, un nome e un destino (quasi). Dall´attuale sindaco, Peppe Nicosia si potrebbe passare infatti ad un Nicosia bis, ovvero al fratello Fabio e per non farsi mancare niente a Vittoria spunta anche il nome della farmacista Irene Nicosia (foto). Nessuna parentela con l´attuale sindaco per la la candidata del M5S, che superando la frattura tra il gruppo storico e il meet up cittadino, ha deciso di puntare su una donna. Un evento unico per la città, trattandosi di una professionista, è farmacista, apprezzata e stimata e arrivata da poco alla politica. L´attesa è ora tutta sul Pd che dovrà sciogliere gli ultimi dubbi sul candidato. Nelle ultime settimane si fa sempre più insistente il nome di Fabio Nicosia, già candidato alle regionali, è il primo dei non eletti nella lista del Megafono dopo Nello Dipasquale, molto vicino a Rosario Crocetta che lo vedrebbe bene nella competizione elettorale. Fabio Nicosia tuttavia deve superare l´handicap costituito da dieci anni di sindacatura del fratello Giuseppe perchè la sua eventuale candidatura e soprattutto il suo successo potrebbero risultare come un affare tutto in famiglia. In alternativa a Fabio Nicosia nel Pd si fa anche il nome di Emanuele Garrasi, organizzatore del jazz festival, imprenditore e presidente della Vittoria mercati. Garrasi metterebbe d´accordo tutta la sinistra fino a Sel ma non ha ancora fatto sapere cosa vuole fare.

Terzo nome gettonato è quello dell´attuale assessore alla Cultura, Gaetano Bonetta, da sempre nel Pd e impegnato nel partito. Gli altri sei candidati sono ormai "ufficiali". Si tratta di Giovanni Moscato che cercherà di coagulare i voti della destra, Francesco Aiello che corre con il suo movimento, attivo da tempo e sempre in pressing sull´attuale amministrazione. L´ex sindaco guarda ad un voto trasversale e sta cercando di portare a sè le fasce giovanili. Altra novità di questi giorni è quella di Riccardo Terranova, nome storico di Forza Italia, che ha lasciato per confluire nel movimento "Insieme" lanciato da Giovanni Occhipinti anche per essere presente alle amministrative vittoriesi.

Terranova ci sarà, ma non da "forzista", e indurrà il commissario di Forza Italia, Giovanni Mauro, a trovarsi al più presto un candidato o una "casa" per competere. Ci sono poi Cesare Campailla che ha costituito il suo "Sorgi Vittoria", Giovanni Lombardo, avvocato, con un passato nella sinistra ma spostatosi al centro con il suo "Città libera" e Arcangelo Mazza a capo di un polo civico all´insegna del "Si può fare". Intanto partiti e movimenti sono alle prese con le candidature dei consiglieri nelle varie liste. Queste dovranno essere formate da 24 candidati al massimo, 12 donne e 12 uomini visto che anche il consiglio comunale con la nuova legge sugli enti locali sarà formata non più da 30 ma solo da 24 consiglieri.