Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 717
VITTORIA - 01/12/2015
Politica - Interventi di Nello Dieli di Patto per Vittoria e del consigliere Andrea Nicosia

Studenti pendolari appiedati e al freddo

Le responsabilità dei disagi imputate all’amministrazione che non ha agito per tempo Foto Corrierediragusa.it

Studenti pendolari appiedati a Vittoria. Sono quelli che giornalmente si recano a Modica per frequentare l´istituto alberghiero e musicale. Gli studenti non potranno più usufruire del servizio di trasporto pubblico reso dall’Ast perchè pare che l’azienda di trasporto pubblico abbia deciso, deliberatamente e senza alcun preavviso, di sospendere il servizio senza alcuna giustificazione. Lo denuncia Nello Dieli di Patto per Vittoria (foto), secondo cui a fare le spese di questa decisione dell´Ast saranno anche i comuni cittadini che si recano nel nosocomio di Ragusa Ibla, per ricevere cure, nonchè decine di lavoratori che, loro malgrado, sono costretti a viaggiare con propri mezzi con un aggravio notevole dei costi. "Non è possibile che un servizio pubblico così importante, che collega Gela, Vittoria, Comiso, Ragusa e Modica, possa essere interrotto senza alcuna giustificazione - dice Dieli - e tutto questo appare inaccettabile alla luce del fatto che l´azienda di trasporto pubblico abbia assunto nei confronti del pubblico obblighi ben precisi, ora disattesi. Il problema del servizio pubblico - conclude Dieli - va affrontato in modo più risolutivo e con una certa fretta".

Intanto il consigliere comunale Andrea Nicosia evidenzia un´altra grave problematica, quella legata al mancato riscaldamento delle scuole. «Dopo il ritardo per l’avvio del servizio di refezione scolastica adesso c’è il mancato funzionamento degli impianti di riscaldamento in tutti gli istituti di Vittoria. E’ inaccettabile che a dicembre e con il brusco calo delle temperature gli studenti debbano patire il freddo durante le lezioni». Con queste parole il consigliere Nicosia, che é anche presidente della commissione cultura, denuncia l’ennesima carenza che investe gli istituti scolastici cittadini. «Anche gli alunni più piccoli, di asili nido e scuole elementari, patiscono lo stesso problema. L’amministrazione - conclude Nicosia - non ha ancora adempiuto al pagamento del rimborso previsto per l’abbonamento e ad essere danneggiati sono ancora una volta i nostri ragazzi».

IL SINDACO CONDIVIDE LA PROTESTA DI DIELI SUGLI STUDENTI PENDOLARI
Commentando la decisione dell´Ast di sospendere la tratta Gela – Vittoria – Comiso – Ragusa – Modica e la relativa protesta di Nello Dieli, di Patto per Vittoria, il sindaco Giuseppe Nicosia ha dichiarato di «Condividere la protesta di Dieli e, comunque, di ritenere, come al solito, dissennata ed anti amministrativa la condotta dell´Ast, nei cui confronti più volte abbiamo lamentato l´inadeguatezza dei mezzi». «Oggi, addirittura – ha aggiunto il sindaco – ci tocca assistere al taglio di una corsa di grande importanza, che collega tutto un territorio, da Gela a Modica, passando per Vittoria e che viene utilizzata da tantissimi studenti. Non è possibile, né pensabile, che l´Ast si muova così. Scriverò immediatamente alla Regione, sosterrò quelle iniziative che i comitati o la società civile vorranno avviare, di protesta contro l´Ast. Non è pensabile che società pagate dai cittadini siciliani, finanziate per la gran parte, se non per l´intero, dalla Regione siciliana e, quindi, dai nostri soldi, decidano, senza alcuna avvertenza e senza alcun criterio, di tagliare corse e lasciare un territorio sempre meno servito».

Al sindaco ha fatto immediata eco l´assessore all´Istruzione, Gaetano Bonetta: «L’improvvisa, quanto imprevista sospensione delle corse Ast ha prodotto nell’Amministrazione comunale sconcerto e viva preoccupazione per la impossibilità di frequentare le attività didattiche da parte di numerosi giovani vittoriesi che studiano fuori sede. Oggi pomeriggio ci sarà una riunione fra i vertici regionali Ast e gli operatori e i responsabili locali delle autolinee. Si spera in una pronta soluzione del problema. Qualora non così fosse, l’Amministrazione si farà carico di esercitare una civile protesta e di concorrere alla più celere riattivazione delle corse per scongiurare i disagi che tuttora soffrono tanti studenti e le loro famiglie».