Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 918
VITTORIA - 20/11/2015
Politica - Devono ancora esprimere i rispettivi candidati il Pd e i 5 Stelle

Una poltrona per 5 per sindaco Vittoria

Si fa affollata la corsa per la successione a Giuseppe Nicosia
Foto CorrierediRagusa.it

E cinque. Si fa affollata la corsa per la successione a Giuseppe Nicosia sulla poltrona di sindaco. L´ultimo in ordine di tempo è l´ex consigliere e assessore provinciale, Riccardo terranova, forzista della prima ora nel territorio ibleo. Terranova ha sciolto gli ultimi dubbi e ha avanzato la propria candidatura quale espressione di alcune liste civiche e associazioni. Fuori dunque da quel che resta del Pdl e della destra. "Non è il momento dei partiti - dice Terranova. Superiamo questa fase e invece aggrego varie forze sociali e di varia estrazione, anche politica. La lista "Terranova sindaco" non vuole essere etichettata, sarà trasversale tra destra e sinistra in attesa di conoscere il programma e le priorità che il candidato privilegerà. Altro candidato ufficiale lo storico già sindaco di Vittoria Francesco Aiello, con la sua "Azione civile", nome storico della vita politica vittoriese, passato dal Pci, al Pd, ai lombardiani ad un movimento civico. Aiello è attivo da tempo ed è uno dei maggiori detrattori dell´attuale sindaco. E poi ancora "Patto per Vittoria" esprime invece Arcangelo Mazza, architetto, mentre Città Libera è invece rappresentata da Giovanni Lombardo, il primo a presentarsi alla città.

"Sorgi Vittoria" ha in Cesare Campailla il suo candidato. Questi i candidati ufficiali ma sono molti gli altri nomi anche perchè i maggiori partiti non si sono ancora espressi. Per il Pd uno dei papabili è l´attuale presidente del Consiglio, Salvatore Di Falco ma qualcuno sussurra anche una successione in famiglia con il fratello del sindaco, Fabio Nicosia, pronto a correre per Palazzo Iacono, mentre il centrodestra punta su Giovanni Moscato. Sel e Rifondazione sono ancora alla finestra e stanno sondando simpatizzanti ed iscritti. Nel M5S si vivono momenti incerti dopo il defenestramento di dieci iscritti da parte dei vertici del movimento. Rino Strano, che ad un certo punto sembrava il candidato più credibile ha ritirato la propria candidatura proprio per la frattura tra i due circoli M5S.

Nella foto con il municipio di Vittoria in senso orario: Riccardo Terranova, Francesco Aiello, Arcangelo Mazza, Cesare Campailla e Giovanni Lombardo