Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1326
VITTORIA - 25/07/2008
Politica - Vittoria - Cresce la tensione fra Digicocomo e il primo cittadino

Nicosia: «Aiello antitetico e dannoso al Pd di Vittoria»

Il sindaco non andrà al direttivo provinciale, definito un organismo confuso. "Rappresenterò il mio disagio ai vari livelli» Foto Corrierediragusa.it

Il sindaco Giuseppe Nicosia (nella foto) rifiuta l’invito a partecipare alla riunione provinciale del Pd prevista per lunedì. Fra i due leader del centrosinistra inizia una fase di gelo dai risvolti imprevedibili. Otto righe per rifiutare l’invito con tanto di motivazione.

«Grazie per il cortese invito- scrive Nicosia al segretario onorevole Digiacomo-ma non intendo partecipare a un organismo nato dalla confusione senza consultare i dirigenti di Vittoria e che vede, al suo interno, personaggi antitetici al Pd di Vittoria e dannosi alla politica locale».

Il riferimento è agli ultimi attacchi di Francesco Aiello all’assessore Piero La Terra e allo stesso sindaco. Nicosia non si sente più garantito dal segretario provinciale. L´acquiescenza di Digiacomo viene considerata un avallo agli attacchi di Aiello, che durano da quando questi ha perso ogni contatto con palazzo Iacono.

Il sindaco di Vittoria osserva i comportamenti remissivi della direzione provinciale e prende le distanze da Digiacomo. Anzi, annuncia di volere bypassare la segreteria provinciale, della quale non si fida più. «Mi riservo- conclude di Nicosia- di verificare ulteriori passaggi in merito alla vicenda e di rappresentare il mio stato di disagio a tutti gli organismi del partito».

Nel Pd locale e provinciale ormai la crisi emerge da tutte le parti. A Digiacomo si contesta la subalternità ad Aiello, che a Vittoria continua a gettare discredito verso un sindaco Pd, mentre a Ragusa gli si consente di stare in direzione provinciale del partito. E come se Ragusa armasse Aiello per distruggere l’amministrazione comunale di Vittoria.

Dopo le dichiarazioni risentite di Roberto Ammatuna, di Tonino Solarino e di Tuccio Di Stallo, le vecchie anime provenienti dalla Margherita e dei Ds sono di nuovo allo scontro, acuito dalla recente sconfitta elettorale. «Digiacomo e Di Stallo- si lascia scappare Nicosia- non si parlano, è normale tutto questo in un partito che vuole crescere? Non merita di stare nel Pd chi ha una visione oligarchica della politica».

In questo delicato e ormai sottilissimo filo che lega Vittoria e la direzione provinciale, è molto imbarazzante la posizione del segretario Formica, al quale si richiede maggiore autorevolezza nella gestione politica.

Formica pare abbia già consegnato al sindaco Nicosia il corposo elenco degli aspiranti assessori. Si attende il preannunciato incontro conclusivo fra Nicosia e i vari gruppi. E´ previso il primo contatto con il gruppo di sinistra che spingerà su Filippo Cavallo amministratore. Anche Pietro Savà e Giovanni Iacono, di Idv, vogliono incontrare il sindaco prima di consegnare la terna dei nomi.