Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 1036
VITTORIA - 23/07/2008
Politica - Vittoria ? Giuseppe Nicosia stringe i tempi per chiudere la verifica

Ultimatum agli alleati: «Entro stasera i nomi degli assessori»

Prima del rimpasto una seduta consiliare importante per eleggere il difensore civico. Sarà l’avvocato Enrico Di Martino? Foto Corrierediragusa.it

Entro stasera i partiti che formano la maggioranza amministrativa devono consegnare alla segreteria del sindaco Nicosia le buste chiuse con i nomi dei probabili assessori da nominare. Il dialogo è durato troppo a lungo, il sindaco Giuseppe Nicosia (nella foto) ha detto basta!I problemi della città non possono attendere più.

Pd, Mpa, Pro Scoglitti, Idv, Sdi e il gruppo indipendente della sinistra (Filippo Cavallo e Giuseppe Mustile) hanno 2 giorni dal ricevimento dell´invito per definire le liste dalle quali il sindaco sceglierà i nuovi assessori. Scaduto l’ultimatum, deciderà il premier.

Domani mattina Nicosia aprirà le buste nel suo ufficio, leggerà i nomi, valuterà eventuali suggerimenti e consigli, mediterà durante la domenica e infine scioglierà tutti i nodi che finora hanno imbrigliato l’azione politica e amministrativa. Nicosia deciderà, finalmente, quali assessori dell’attuale giunta confermare, chi dovrà uscire e chi dovrà entrare.

Prima della scadenza dell’ultimatum c’è però una seduta del Consiglio comunale molto importante, non solo per gli atti da approvare, quanto per constatare la tenuta della maggioranza consiliare. Il sindaco tiene molto all’approvazione del regolamento del mercato ittico, all’approvazione di due-tre piani di lottizzazioni e all’avvio del dibattito sul difensore civico.

Se tutto andrà bene nella prossima seduta consiliare Vittoria potrebbe avere il difensore civico, figura di altissimo prestigio istituzionale. Su 10 domande presentate, solo 4 concorrenti sono rimasti a confrontarsi. Si tratta dell’avvocato penalista Enrico Di Martino (espressione Mpa), che oltre all’anzianità professionale vanta un curriculum forense di tutto rispetto; dell’avvocato Gaetano Foti (espressione Forza Italia), un altro legale molto noto e stimato professionalmente in città, dotato anch’esso di un buon curriculum; dell’avvocato Daniele Scrofani (area Pd), valido penalista che potrebbe però lasciare campo libero agli altri per via della giovane età; e il dott. Giovanni Lucifora (espressione della sinistra), ex sindaco di Vittoria, il cui progetto di riforma della macchina amministrativa, purtroppo, abortì in maniera traumatica dopo due anni a malapena di sindacatura.

Questi sono i 4 professionisti che il Consiglio comunale dovrà votare. Le maggiori chances, come dicevamo, ce l’ha Enrico Di Martino, che Riccardo Minardo aveva proposto come assessore. Sul suo impegno amministrativo, però, ci sono stati troppi veti incrociati sia interni che esterni. E’ probabile, pertanto, che l’avvocato punti direttamene al difensore civico dando la possibilità al suo partito di ottenere qualcosa in più: due assessorati, che potrebbero essere Giuseppe Tumino, Roberto Sisino o Gaetano Iacono, il difensore civico (Enrico Di Martino) e qualche posto di sottogoverno.