Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 1198
VITTORIA - 01/07/2015
Politica - L’argomento sarà discusso in consiglio comunale

Vittoria e Scoglitti sporche per il consigliere La Rosa

L’estate sta per entrare nel vivo e la frazione rivierasca non è in condizioni ottimali Foto Corrierediragusa.it

«Nonostante i tentati sforzi che si intendono portare avanti, la città resta sporca. E ci avviamo a vivere un’estate che, per forza di cose, si appresta a diventare problematica». Lo dice il consigliere comunale del movimento politico Sviluppo Ibleo Andrea La Rosa (foto), con riferimento alla critica situazione che riguarda da vicino la gestione del servizio di igiene ambientale sull’intero territorio comunale, Scoglitti compresa. «E proprio su Scoglitti – prosegue La Rosa – visto che l’estate sta per entrare nel vivo, bisognerebbe puntare una maggiore attenzione, sollecitando la sostituzione di cassonetti che risultano essere ormai inutilizzabili oltre al lavaggio periodico di quelli che, invece, sono dislocati in zone strategiche della frazione. Lo stesso problema si verifica anche a Vittoria, in centro piuttosto che in periferia. Emerge poca attenzione su questi aspetti che, invece, risultano essere essenziali per garantire quel decoro su cui una realtà che vuole aprirsi al turismo come la nostra deve poter contare.

Ecco perché - prosegue La Rosa - solleciterò, in aula, durante la prossima seduta del Consiglio comunale, la Giunta municipale a individuare tutte quelle soluzioni che possono servire per eliminare i disagi esistenti. Non possiamo permetterci di affrontare l’estate con questa superficialità. Bisogna dare risposte ai cittadini. E occorre farlo - conclude il consigliere - con la programmazione e con l’atteggiamento del buon padre di famiglia».