Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 767
VITTORIA - 25/11/2014
Politica - Nicosia replica alla "provocazione" politica

Il sindaco di Vittoria risponde a Sel sulle sue dimissioni

La segreteria politica che esprime i consiglieri Mustile e Mariella Garofalo soffia sul fuoco delle polemiche divampate per i casi Dezio e Prg
Foto CorrierediRagusa.it

Il sindaco di Vittoria Giuseppe Nicosia risponde ai rappresentanti di Sel che attraverso gli organi di informazione ne hanno chiesto le dimissioni.
«Non mi stranizza che gli esponenti di Sel si esprimano come la destra – dichiara il primo cittadino - da tempo, infatti, i loro linguaggi e i loro atteggiamenti si mescolano e si confondono. Ma stiano tranquilli: non sono abituato, come loro, a sottrarmi alle responsabilità: sono abituato, al contrario, a lavorare per affrontare e risolvere i problemi. Ho stima e rispetto per i singoli rappresentanti di Sel, ma la loro linea politica è quella della mancata assunzione di qualsiasi responsabilità amministrativa: preferiscono la contiguità con la destra e con i qualunquisti per criticare piuttosto che governare. È una scelta di campo, la loro, che è nettamente distinta dalla mia. Considero le dimissioni, a meno che non siano motivate da gravissimi fatti personali, una fuga dalle difficoltà e una dimostrazione di mancanza di senso di responsabilità e delle istituzioni.

Nel merito della questione relativa alla bozza di regolamento del Mercato ortofrutticolo - prosegue il primo cittadino - ricordo a Sel che solo chi non conosce lo svolgimento dei fatti e non ha memoria dei passaggi più recenti può non rendersi conto che l’amministrazione comunale non ha ancora predisposto una proposta di deliberazione. Non esistono bozze nascoste, ma solo una proposta di Vittoria Mercati, già da un anno resa pubblica e diffusa, cui sono seguite proposte di modifica presentate da alcune associazioni di categoria e, di recente, dall’assessore Gurrieri. Si tratta di contributi importanti per il dibattito, che ha registrato la presa di posizione pubblica dell’assessore Caruano e di altri esponenti politici. Semmai - conclude Nicosia - posso dire che ora la Direzione mercato ha gli strumenti per proporre un nuovo regolamento che tenga conto dei contributi e che auspico venga sottoposto quanto prima al Consiglio comunale e alla città".

SEL A NICOSIA: "DIMETTITI"
Si allunga la lista dei partiti politici che chiedono le dimissioni del sindaco Giuseppe Nicosia. Dopo Giovanni Moscato e Andrea Nicosia di Fratelli d’Italia-An, anche Sel si prende il suo spazio e s’auspica la fine della sindacatura. Una richiesta che ha vuto la risposta domenica durante il comizio dello stesso sindaco: «Non mi dimetto». «La misura è colma- scrive la segreteria di Sel, il partito che esprime i consiglieri comunali Mariella Garofalo e Pippo Mustile- il sindaco Nicosia si dimetta e dia fine a questa pantomima». Una richiesta forte che giunge in prossimità della fine della crisi amministrativa, cominciata con il ritiro delle deleghe a tutti gli assessori, che sono rimasti in carica nell’attesa che il sindaco decida se revocare o riconfermare gli attuali assessori.

«Ad una settimana dall’annuncio della sospensione della Giunta – continua Sel- torniamo a ribadire il fallimento di questa amministrazione comunale. Lunedì mattina si è consumato l’ennesimo scempio del malgoverno della città: durante una conferenza stampa l’assessore «sospeso» alla trasparenza Piero Gurrieri dichiara di essere venuto a conoscenza casualmente di una bozza di regolamento per quanto riguarda la gestione del mercato ortofrutticolo che l’Amministrazione avrebbe concertato con le associazioni di categoria. Gurrieri ha detto di averlo «recuperato» proprio grazie a qualche associazione e di essersi sentito «ignorato» dai suoi colleghi di Giunta. Se tutto ciò fosse vero sarebbe un fatto gravissimo: o l’assessore ha mentito sostenendo di non essere stato informato oppure all’interno di questa amministrazione accadono cose strane con regolamenti nascosti, delibere segrete e incarichi distribuiti all’insaputa di assessori e firmati dai dirigenti a cui tocca la «patata bollente» come accaduto con il doppio caso che ha coinvolto l’assessore Angelo Dezio».

Sel ricorda quel breve periodo in cui amministrò Vittoria subito dopo le elezioni del 2011. «A spingere Sinistra Ecologia Libertà ad uscire da questa amministrazione è stato proprio questo modo di gestire la cosa pubblica: ricordiamo le carte del piano regolatore che non uscivano dai cassetti e che ancora ad oggi, a quanto pare, sono sconosciute ai tecnici. Ora spunta una bozza di regolamento del mercato che l’assessore Gurrieri lascia ai posteri avvertendo che la poltrona scricchiola».

Sel chiude la nota con una prenotazione. Alle 18 di domenica 30 novembre, comizio in Piazza del Popolo, per parlare alla gente che ha riscoperto il piacere di riempire la piazza per ascoltare la voce della politica vittoriese.

Nella foto in alto, da sinistra Salvatore Garofalo, Pippo Pollara, Mariella Garofalo e Pippo Mustile