Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:11 - Lettori online 1885
VITTORIA - 24/11/2014
Politica - Presentate al protocollo del Comune le nuove proposte per il mercato ortofrutticolo

Mercato Fanello: ecco le nuove regole

L’assessore alla Trasparenza stizzito per non essere stato informato dell’atto, che ora emenda con regole ancora più rigide per la gestione del mercato
Foto CorrierediRagusa.it

Un regolamento sulla trasparenza al mercato di Vittoria senza che l’assessore alla Trasparenza ne sapesse nulla! Sono le cose che fanno infuriare Piero Gurrieri (foto), attualmente assessore senza delega della compagine di Giuseppe Nicosia. La conferenza stampa annunciata con i fuochi d’artificio due giorni fa, altro non era che la denuncia del fatto di essere stato tenuto all’oscuro di un atto importante, stilato da qualcuno un anno fa e finito fra le mani di Gurrieri un mese. Gurrieri dà una spinta a un regolamento che è fermo da due anni. Il mercato ortofrutticolo di Vittoria, appetito di mafiosi locali e nazionali, che contribuisce a impinguare quel fatturato di 140 miliardi che la mafia fattura nel settore dell’ortofrutta, è di nuovo sotto i riflettori. Gurrieri ha emendato i 49 articoli della bozza e ha presentato un atto amministrativo al protocollo col quale propone modifiche, sostituzioni o integrazioni all’articolato esistente. L’iniziativa ha avuto il bene placito del senatore Peppe Lumia, che di Gurrieri osserva e apprezza tutte le mosse politiche.

La nota protocollata è accompagnata da un «abstract» col quale l’assessore propone al presidente e al vice presidente del Consiglio comunale, ai capigruppo, al presidente della Vittoria mercati, alla segreteria generale, al dirigente dello Sviluppo Economico, e per conoscenza al sindaco, la modifica dell’attuale regolamento. Partendo dal presupposto che i clan mafiosi, rispetto agli anni ’90, hanno cambiato strategia nello sfruttare la risorsa mercato.

Gurrieri propone l’emendamento degli articoli 2, 4, 5, 11, 12, 17, 18, 19, 20, 21 e 22. Vuole, Gurrieri, che tutti i verbali della Commissione di mercato siano resi pubblici; che il direttore venga nominato per concorso pubblico per soli titoli; che al mercato venga istituita una «pesa elettronica» ai fini della trasparenza e visibilità nella formazione dei prezzi; che il sindaco chiede al prefetto la costituzione di un nucleo stabile interforze tra Carabinieri, Polizia e Guardia di finanza; che il pagamento delle transazioni aventi per oggetto prodotti ortofrutticoli avvenga esclusivamente con assegni bancari, bonifici o strumenti elettronici; che le figure che operano al mercato siano in possesso di requisiti morali e di ordine pubblico; che i commissionari esercitano una sola attività e non anche quella di produzione e/o commercio.

Gurrieri non sa se fra 10 giorni sarà ancora assessore o un ex, lui per primo ha amplificato il caso Dezio creando imbarazzo proprio nel sindaco; lui per primo potrebbe essere tra quelli revocati. Comunque vada a finire, l’assessore alla Trasparenza ci teneva a compiere questo atto che riguarda il mercato, al quale molto ha dedicato in tanti anni per contribuire a restituire legalità e buone regole all’interno della struttura mercantile.

Oltre al sì di Lumia, il regolamento emendato da Gurrieri incassa l’ok del Movimento 5 stelle. "La proposta del nuovo regolamento del mercato ortofrutticolo di Vittoria redatta dall’avvocato Gurrieri-scrive il deputato regionale Vanessa Ferreri- è una buona idea, e, com´è nello stile del Movimento 5 Stelle, noi appoggiamo e sosteniamo le buone idee. Se il Consiglio comunale di Vittoria adotterà le nuove misure saremo in presenza di un regolamento che non solo non ha pari in Italia, ma spazzerà via anche gran parte delle illegalità attualmente presenti al mercato di Fanello".