Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:21 - Lettori online 1008
VITTORIA - 22/11/2014
Politica - Atmosfera surreale in Consiglio dopo l’azzeramento della Giunta

A Vittoria consiglio comunale surreale

Pippo Mustile, presidente della Commissione Assetto Territorio e Ambiente, sul Prg. «I tecnici del gruppo piano non conoscono un rigo dell’atto» Foto Corrierediragusa.it

L’aria che si respira in Consiglio comunale, il primo dall’azzeramento della Giunta, è surreale. Dell’amministrazione è presente solo un assessore, Gianni Caruano, ora finito sott’accusa da parte dei consiglieri Sel, Pippo Mustile e Mariella Garofalo. L’aria appare surreale, ma si capisce subito che siamo già in clima di campagna elettorale con largo anticipo. Mustile e Garofalo hanno nel mirino il bilancio consuntivo dell’Emaia 2013 e la variante al Piano regolatore generale. Due temi che saranno il leit motiv della campagna elettorale 2016. Scrivono Pippo Mustile e Mariella Garofalo: «Prelevato il punto n°12 dell’ordine del giorno: bilancio consuntivo Emaia 2013 si discute sulla gestione fallimentare dell’Emaia alla luce dei gravi debiti riportati sistematicamente a conclusione di vari anni. Viene additata come responsabile la gestione politica clientelare, avulsa da ogni progettualità collegata alle esigenze economiche del territorio. Rilevate da molti consiglieri di opposizione le criticità difficili dello stato economico dell’Emaia conseguenza sia della situazione contingente della crisi generale sia dello sperpero di risorse per tutto l’apparato gestionale».

Piccante è, poi, il ritorno alla variante al Prg. «Crediamo sia doveroso far conoscere ai cittadini qualche aspetto segreto della vera storia della elaborazione dello schema di massima alla variante del piano regolatore. La commissione Assetto e Territorio ha convocato tutto il gruppo dei collaboratori tecnici dell’ufficio urbanistica di Vittoria, nominati per la esecuzione della variante al PRG per discutere del seguente ordine del giorno: «Schema di massima emendamento votato con delibera n. 24». Si sono presentati i seguenti collaboratori: arch. Giovanni Piccione, arch. Giuseppe Salerno, dott. Giancorrado Dipietro, geom. Giuseppe Tumino, geom. Raffaele Rimmaudo, geom. Franco Morales, geom. Giuseppe Ricca, dai quali è stato dichiarato che tutto il gruppo piano, costituito dai sopra elencati tecnici dell’ufficio urbanistica di Vittoria, non ha mai partecipato ad alcuna riunione sulla variante del Prg, pur essendo stati gli stessi indicati e deliberati».

Un piccolo giallo, dunque, che stimolerà nuove polemiche. «Inoltre- conclude Mustile, presidente della Commissione Assetto Territorio e Ambiente- tutti questi funzionari hanno dichiarato e fatto mettere a verbale che non conoscono un rigo di tutto l´atto dello schema di massima e che, se sanno qualcosa, questo deriva da quello che come cittadini hanno appreso dalla stampa. Un vulnus per la democrazia, il quale fa sospettare che lo schema di massima sia stato scritto, articolato, impostato in stanze solitarie o negli studi privati e non nelle stanze dei servizi pubblici dell´assessorato».

Nella foto Mariella Garofalo e Pippo Mustile