Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 919
VITTORIA - 28/01/2014
Politica - Due comunicati stampa sottolineano il netto contrasto tra segreteria provinciale e comunale

Udc Vittoria: litigano Lavima e Giacchi

Lavima: «Col Pd niente dialogo, chi lo fa agisce a titolo personale». Giacchi: «Sono rammaricato, si vuole impedire ai partiti di parlare per costruire il futuro insieme»
Foto CorrierediRagusa.it

Facebook ha tante finalità. Fa incontrare cuori solitari, fa separare coppie inossidabili e riesce a far litigare i partiti politici. Pd e Udc, dicono, hanno rotto le trattative per una nuova alleanza proprio per colpa delle dichiarazioni politiche alla nitroglicerina che il presidente del Consiglio Salvatore Di Falco avrebbe scrisse su facebook una settimana fa. Dichiarazioni così gravi che persino Angelo Fraschilla, ambasciatore di pace inviato dal sindaco Giuseppe Nicosia, ha dovuto ammainare bandiera vista l’impossibilità a ricucire lo strappo.

Oggi due nuovi comunicati stampa. Uno più duro dell’altro. Uno del coordinatore provinciale Pinuccio Lavima, che parla anche col beneplacito di Orazio Ragusa; l’altro del coordinatore locale Angelo Giacchi, che ha dovuto battere in ritirata dopo aver lanciato l’invito al dialogo. Con il comunicato di Lavima, le trattative sono chiuse, salvo i miracoli di qualcuno. «La segreteria provinciale dell’Udc- scrive Lavima- di concerto con il deputato regionale Orazio Ragusa, ribadisce che allo stato attuale non esiste alcuna interlocuzione con l’Amministrazione comunale di Vittoria. Qualunque altra posizione è assunta a titolo personale e non impegna in alcun modo il partito ed il gruppo consiliare che sono e rimangono all’opposizione. Nei prossimi giorni, sulla questione, sarà convocata una riunione interna al partito alla presenza del segretario provinciale e dell’on. Orazio Ragusa».

Il primo a rammaricarsi di queste dichiarazioni è il coordinatore locale Angelo Giacchi, nominato tale dopo il forfait di Giovanna Ragusa, stritolata dalle polemiche sorte per decidere chi doveva essere l’assessore in quota Udc.

«Sono rammaricato per le dichiarazioni del segretario provinciale Lavima- dice Giacchi- ma forse è arrivato il momento di fare chiarezza e ben venga l’intenzione di provocare un incontro sia a livello provinciale ma anche a livello regionale che chiarisca le linee politiche che sta tenendo il partito sia all’interno del Governo nazionale che in quello regionale ed in tutte le realtà locali. Credo che vada inoltre ricordato che l’UDC alle ultime elezioni Amministrative di Vittoria ha sostenuto la candidatura, in alleanza con il PD, dell’attuale Sindaco Nicosia. Mi sento di dover chiarire che attualmente l’UDC di Vittoria non ha stretto nessuna alleanza né con il PD e neanche con il sindaco Nicosia, ma in atto vi è solamente una richiesta di incontro fatta al PD dal coordinatore cittadino dell’UDC, per affrontare delle tematiche di fondamentale importanza per la Città di Vittoria».

Dichiarazioni che avranno ripercussioni: «La segreteria provinciale- rintuzza Giacchi- vuole forse impedire al coordinatore cittadino di parlare con i partiti per costruire il futuro delle nostre comunità? Può essere questa, così come dichiarato dal Segretario Lavima, un’azione a titolo personale?». Detto questo, prevediamo che il coordinamento retto da Giacchi ha le ore contate. Ha vinto la linea dei 4 consiglieri, il coordinamento del partito spetta a uno di loro. Giacchi perde tempo ad aspettare le risposte che già conosce, non gli rimane che il gesto delle dimissioni.