Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:51 - Lettori online 951
VITTORIA - 25/01/2014
Politica - Trattative in corso per ampliare la maggioranza

Lite Pd-Udc, Lavima con oltranzisti

Il segretario provinciale difende l’operato di Caruso, Barrano, Cirica e Sanzone. Angelo Fraschilla, ex Udc ora esperto del sindaco, lavora per ricomporre la frattura
Foto CorrierediRagusa.it

La querelle Pd-Udc è diventata stucchevole. Lo afferma il segretario provinciale dello scudocrociato Pinuccio Lavima. Il suo intervento sul botta e risposta fra i due partiti che per un breve periodo hanno governato insieme, prima di litigare sulla diversità di vedute per il Prg e per l’agricoltura, almeno ufficialmente, esprime una chiave di lettura molto chiara.

Pinuccio Lavima, che pure era fra quelli pronti a riaprire il dialogo con la giunta guidata da Nicosia, adesso interviene quasi per stroncare definitivamente ogni possibilità di dialogo. Con il suo intervento rafforza la posizione dei 4 consiglieri comunali Daniele Barrano, Santo Cirica, Salvatore Sanzone e Franco Caruso e prende le distanze dal coordinatore cittadino Angelo Giacchi, il quale aveva invitato i suoi amici di partito a smetterla di criticare il Pd e di avere il coraggio di fare anche un po’ d’autocritica. Lavima non cita mai Giacchi, forse già messo in posizione di minoranza nel partito.

«I consiglieri comunali Barrano, Sanzone, Caruso, Cirica- scrive Lavima- portano avanti e svolgono il ruolo con competenza ed impegno nell’interesse della città di Vittoria, ed in questo hanno il sostegno e la vicinanza del partito a tutti i livelli. I tentativi di un rapporto dell’UDC con il PD a Vittoria sono stati tutti consumati e sprecati: è la circostanza per cui i dirigenti del PD debbono riflettere e lagnarsi di loro stessi. Non è nemmeno utile né alla città né tantomeno alla politica la caduta di stile ed il livore espresso in comunicati nei confronti dei consiglieri dell’UDC, ai quali va dato invece atto, merito e rispetto per la coerenza e serietà con le quali rifiutano poltrone privilegiando esclusivamente gli interessi della città». Più chiaro di così!

Analizzata sulla base di queste dichiarazioni, i rapporti fra i due partiti sarebbero già sepolti. Ma in politica mai dire mai. Se dovessero scendere in campo i leader dei due partiti qualche spiraglio di dialogo potrebbe esserci. Secondo indiscrezioni, lo stesso sindaco Giuseppe Nicosia avrebbe dato mandato ad Angelo Fraschilla (foto), ex Udc e oggi esperto del sindaco, di verificare ogni passaggio utile allo scopo di ricomporre la rottura. Infatti Fraschilla esordisce con una frase significativa: «Non è con questo genere di polemiche che si lavora per il bene della città. Guardiamo ai temi importanti, verifichiamo i punti di convergenza e ricominciamo a lavorare. E’ inammissibile che Pd e Udc a Roma lavorano con Letta e a Vittoria litigano».