Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:03 - Lettori online 990
VITTORIA - 21/01/2014
Politica - In vista del rimpasto di giunta cominciano la politica si agita

Udc, Giacchi sconfessa gli oltranzisti

Barrano, Sanzone, Caruso e Cirica criticano sindaco, maggioranza e Pd dopo l’elezione di Poidomani presidente Quartiere Scoglitti. Giacchi: «L’Udc agisca anziché criticare il Pd» Foto Corrierediragusa.it

Crepe nell’Udc di Vittoria. In vista del rimpasto amministrativo, emergono diversità di vedute tra i quattro consiglieri comunali dello scudo crociato e il coordinatore cittadino Angelo Giacchi. A semplificare al massimo il comunicato del Angelo Giacchi, sembra che il coordinatore voglia dire ai quattro consiglieri Daniele Barrano, Salvatore Sanzone, Santo Cirica e Franco Caruso, anziché guardare la gobba del Pd vediamo la nostra! «L’Udc di Vittoria sia vicino alle famiglie, alle imprese e a tutta la città e lasci ad altri le critiche costruttive». Per capire l’intervento di Giacchi bisogna andare a ritroso. Al commento critico dei consiglieri Udc a seguito dell’elezione di Salvatore Poidomani a presidente del Consiglio di quartiere di Scoglitti. «Oltre a prendere atto del nuovo vertice dell’organismo di quartiere – dicono i quattro consiglieri dello scudocrociato – non possiamo fare a meno di rilevare che, anche in questo caso, così come accaduto in seno al Consiglio comunale, il Partito democratico, che sostiene l’esecutivo retto dal sindaco Giuseppe Nicosia, abbia perso la maggioranza che deteneva dal giorno dell’elezione. Un altro chiaro segnale di come il Pd abbia ormai compromesso la presa politica sugli organismi democraticamente eletti che governano la nostra città». A seguire, tutto l’elenco delle tante negatività amministrative si su Scoglitti che su Vittoria.

Giacchi, pur comprendendo i guasti della città, sconfessa la tesi dei consiglieri. «Invece di evidenziare la perdita della maggioranza da parte del sindaco Nicosia ora in Consiglio comunale ora al Consiglio di Quartiere a Scoglitti, penso che sia ruolo di tutto il Partito dell’UDC di Vittoria, di mettere al servizio della città, tutte le forze politiche di cui dispone il Partito in ruoli di Governo sia regionali che nazionali, ovviamente stimolati dai consiglieri comunali. E’ a tutti noto che il nostro partito in Sicilia ha stretto un’alleanza forte e leale con il Partito democratico ed il governatore Crocetta, esprimendo nella stessa Giunta ben tre assessori regionali con deleghe di primaria importanza socio-economiche ed esprime in provincia di Ragusa il deputato di maggioranza Orazio Ragusa. Inoltre nel Governo nazionale, vi è il ministro D’Alia che è espressione del partito e che fra pochi giorni sarà nel territorio di Ragusa e che sicuramente incontrerà tutte le rappresentanze dei territori della provincia Iblea, per ascoltare i bisogni degli stessi».

Nel battibecco familiare, entra a pieno titolo Francesco Cannizzo, segretario del Pd locale. «L’Udc, ancora una volta, si rende triste protagonista della politica vittoriese, rilasciando assurde dichiarazioni alla stampa. Tali affermazioni espresse dai quattro consiglieri dello scudocrociato risultano totalmente scollegate dalle posizioni del coordinatore cittadino Angelo Giacchi. Con il coordinatore Udc, infatti, l’Amministrazione Comunale e il Partito Democratico hanno avviato un dialogo, per la costituzione di un tavolo permanente che affronti la crisi agricola. A questo punto, mi chiedo dove siano stati di recente i consiglieri dell’Udc. Forse, si sono occupati esclusivamente delle loro personali transumanze. Va ricordato, infatti, che due di loro sono stati eletti nel PD o in liste collegate al partito; gli altri due, provengono dalle liste di Carmelo Incardona, il candidato sconfitto all’ultimo ballottaggio per l’elezione del sindaco di Vittoria».