Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 156
VITTORIA - 17/01/2014
Politica - A Palazzo Iacono gli ex stagionali dell’Amiu hanno occupato la stanza di Cavallo

In 10 occupano stanza vice sindaco

Hanno chiesto contributi e occupazione presso la Sal. Sono andati via dopo l’arrivo dei Vigili urbani e della Polizia. Il sindaco sospende l’attività di ricevimento pubblico senza appuntamento
Foto CorrierediRagusa.it

Cinque ore di occupazione e forti momenti di tensione a Palazzo Iacono. Dalle 9,30 alle 14,30, la stanza del vice sindaco Filippo Cavallo e dell’esperto ai servizi sociali Francesco Cannizzo (foto), nonché segretario del Pd locale, è stata sotto assedio di 10 ex dipendenti Amiu. I manifestanti hanno chiesto contributi economici e lavoro, occupazione subito presso la Sap. Dopo ore di trattative, sono dovuti intervenire i Vigili urbani e una volante della Polizia di Stato, per convincere gli ex operai a lasciare il Comune e fare rientro a casa. Duro il comunicato del sindaco Giuseppe Nicosia, assente durante l’occupazione.

«Si è registrato nei confronti degli amministratori l’ennesimo momento di pressione indebita, anche se dettata da difficoltà economiche e sociali, da parte di un gruppo di cittadini che reclamava contributi economici e posti di lavoro con metodi che sicuramente non sono quelli del rispetto per l’istituzione e per gli uffici ai quali si chiede aiuto e che hanno il dovere di prestarlo. Simili atteggiamenti arroganti e prevaricatori vanno fermamente respinti, perché non sono ipotizzabili segni di cedimento da parte della pubblica amministrazione a discapito delle centinaia di famiglie in difficoltà che soffrono la crisi occupazionale con dignità e chiedono sostegno in modo lecito ed educato. Pertanto, manifesto la mia solidarietà a Filippo Cavallo, all’esperto Francesco Cannizzo e ai dipendenti che sono stati trattati in modo incivile».

Il fuori programma a palazzo Iacono ha sortito effetti immediati per il futuro. Sarà molto più difficile valicare l’accesso alle stanze degli amministratori d’ora in poi. La tensione è alta e la mancanza di lavoro potrebbe avere effetti negativi sull’incolumità di amministratori e dipendenti. «Annuncio che ho disposto di sospendere l’attività di ricevimento pubblico a Palazzo Iacono- comunica il sindaco-, mantenendo solo quella previo appuntamento con i singoli amministratori competenti per materia, sino a quando verrà ripristinato un clima di serenità e rispetto istituzionale».

Prima che arrivasse il vice sindaco Filippo Cavallo, sulla brace c’è rimasto Francesco Cannizzo. «Prima si è presentato un ex stagionale Amiu che chiedeva contributi e lavoro. Ho spiegato che non è possibile dare questo tipo di sostegno senza il parere di un assistente sociale che deve relazionare sulla situazione di vero bisogno. Poi sono entrati in massa una decina di persone e la situazione si è complicata».

Qualcuno ha chiuso la porta del vice sindaco a chiave, poi subito riaperta appena è stato informato che stava commettendo un sequestro di persona. Quando è salito il vice sindaco Cavallo i manifestanti lo hanno accolto con metodi tutt’altro che ortodossi. I vigili urbani hanno tentato di mediare, infine è arrivata anche la polizia. Solo alle 14,30 gli occupanti hanno lasciato il palazzo. Scatteranno denunce per occupazione abusiva del Comune o altro? Sull’accaduto i vigili urbani hanno redatto una relazione e altrettanto farà la polizia.