Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 447
VITTORIA - 18/12/2013
Politica - Maggioranza battuta su due mozioni consiliari presentate da Mustile e Aiello

Scompiglio in Consiglio a Vittoria

Diciassette 17 consiglieri di minoranza mettono in crisi l’amministrazione sui debiti fuori bilancio. Negati 5 minuti di sospensione all’ex maggioranza che abbandona i lavori. Pronta conferenza stampa del Pd
Foto CorrierediRagusa.it

Consiglio comunale di Vittoria turbolento, quello che si è svolto la sera di mercoledì nell’aula consiliare della sala Mazzone. L’amministrazione comunale è senza maggioranza in Consiglio. Tanto che a un certo punto i consiglieri del Pd, del Megafono e delle liste civiche hanno abbandonato l’aula e i lavori sono andati avanti in maniera anomala, con la sola presenza dei consiglieri di opposizione (foto), un sostanzioso gruppo eterogeneo che abbraccia Sel, Azione democratica, la Fratelli d’Italia, il Nuovo centro destra di Andrea La Rosa e Giuseppe Incorvaia, Grande Sud e il gruppo misto.

La nuova maggioranza attuale in Consiglio dovrebbe essere così composta: Salvo Barrano, Santo Cirica, Franco Caruso, Salvatore Sanzone, Salvatore Garofalo, Vincenzo Cilia, Giuseppe Mustile, Giovanni Moscato, Andrea Nicosia, Andrea La Rosa, Giuseppe Incorvaia, Gaetano Carbonaro, Giuseppe Cannizzo, Giovanni Lombardo, Francesco Aiello, Salvatore Artini e Fabrizio Comisi. Sei di questi ad inizio di sindacatura erano maggioranza.

Una serataccia, dunque, per l’ex maggioranza consiliare, battuta sulle mozioni presentate da Sel e da Francesco Aiello, impossibilitata a fruire dei canonici 5 minuti di sospensione che non si negano mai a nessuno per studiare e capire la seconda mozione presentata da Aiello sulla falsariga di quella di Giuseppe Mustile, il quale ha chiesto di nuovo e con forza le dimissioni degli assessori Filippo Cavallo, Angelo Dezio, dell’ingegnere Maurizio Erbicella, progettista del Prg, e di tutti coloro che a livello tecnico hanno lavorato alle tavole dello strumento urbanistico finito nell’occhio del ciclone in settimana per via dell’errore delle tavole Prg nell’area di Scoglitti.

Nella giornata di giovedì, verso mezzo mezzogiorno, il gruppo consiliare del Pd e delle liste che sostengono il sindaco Nicosia, terrà una conferenza stampa per spiegare alla città quello che è successo nell’ultima seduta consiliare, che ha visto abbandonare l’aula alla maggioranza, che non c’è più, e continuare i lavori con i soli consiglieri di opposizione.