Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 992
VITTORIA - 16/12/2013
Politica - Decisivo l’incontro a quattrocchi avuto a palazzo Iacono fra il sindaco e il suo vice

Giunta a... Cavallo! Pace sindaco-assessore

Il comunicato ufficiale del sindaco: «Si è trattato di un disguido che ha fatto sparlare e chiacchierare la parte peggiore della politica vittoriese»
Foto CorrierediRagusa.it

La Giunta amministrativa di Vittoria è di nuovo a... Cavallo. Nel senso che il vicesindaco, nonché assessore alle Manutenzioni e ai Cottimi, Filippo Cavallo (foto), avuto il chiarimento con il sindaco Giuseppe Nicosia, è rientrato fra i ranghi. Probabilmente dopo essere andato a Canossa! Resta vicesindaco e assessore fino a quando il sindaco lo vorrà.

L’episodio dovrebbe consigliare a Filippo Cavallo, nel caso dovesse subire un secondo «disarcionamento» da parte di Angelo Dezio o di altro collega assessore, di contare fino a 10 prima di recarsi al protocollo per firmare lettere di dimissioni che poi si concludono a tarallucci e vino come in questa occasione, facendo ingrassare «la parte peggiore della politica vittoriese». Immaginiamo adesso tutti quelli che gli hanno scritto lettere di solidarietà e di stima per il coraggioso gesto delle dimissioni, cosa dovranno riscrivere per il rientro in giunta di Filippo Cavallo!

Si dice che l’incontro a «quattrocchi» avuto fra Nicosia e Cavallo a palazzo Iacono sia stato molto accalorato. Nicosia è uno che riesce a mettere in riga gli interlocutori con la flemma, ma stavolta i toni del sindaco pare siano stati più decisi del solito. Poiché l’incontro s’è svolto a porte chiuse, affidiamoci al canonico comunicato stampa che enfatizza il ritrovato feeling fra i vertici dell’amministrazione.

«Si è trattato di un vero disguido sui tempi di firma del contratto con la Sap». Stop, il resto è prammatica. «Abbiamo preso atto ha continuato il sindaco che il contratto è stato, comunque, firmato venerdì stesso e che le parti coinvolte in questa vicenda eravamo tutte animate dallo stesso obiettivo: arrivare quanto prima possibile al contratto con la Sap, onde rimuovere qualunque ostacolo alla prosecuzione dei lavori, con tempi celeri e definiti, ed assicurare tutti i presupposti per il corretto esercizio dell´attività. Giudico, quindi, positivi sia il chiarimento, che il reintegro in tutte le posizioni finora assunte dall´assessore, nonché vicesindaco, Filippo Cavallo. Tutte le voci che si sono inseguite in questi giorni fanno parte, ovviamente, della voglia di sparlare e chiacchierare, cioè della parte peggiore della politica vittoriese, mentre quella che ha a cuore gli interessi della città immagino abbia auspicato che il chiarimento ci fosse e che si fosse trattato, appunto, di un disguido e non di motivi di differenziazione politica».

Il vicesindaco Cavallo saluta il nuovo rapporto di amicizia con due righe: «Si è semplicemente trattato di un disguido, la collaborazione continuerà più forte di prima».

Felice anche il neosegretario del Pd Francesco Cannizzo: «Sono piacevolmente soddisfatto del ripensamento dell’assessore Cavallo. Il quale, in un momento difficile per la città, dovuto ai ripetuti tagli previsti dalle leggi di Stabilità in materia di comuni, con forte senso di responsabilità politica ha deciso di proseguire l’attività amministrativa».

E visto che la collaborazione sarà più forte di prima, che il contratto con la Sap è stato firmato venerdì stesso, adesso l’assessore potrà occuparsi con più vigore dei guai della città, che sono tanti quanto le buche che invadono le strade. Sempre le stesse, con l’aggiunta delle nuove, riparate a malapena con una grattugiata di asfalto, e puntualmente riaperte con il primo acquazzone. Ci sono voragini che accolgono in pieno la ruota di una macchina, cosa potrà accadere se ci finisce dentro un ragazzo in sella allo scooter?