Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 899
VITTORIA - 14/12/2013
Politica - Un fulmine a ciel sereno all’insaputa del sindaco Nicosia

Si dimette il vice sindaco Filippo Cavallo. Incompatibilità con assessore Dezio?

Tensioni nella giunta vittoriese dopo le polemiche sul Prg. Ma i motivi delle dimissioni di Cavallo sarebbero da ricercare nei difficili rapporti con l’assessore ai Lavori pubblici Angelo Dezio
Foto CorrierediRagusa.it

Colpo di scena nell’amministrazione comunale di Vittoria. Filippo Cavallo (foto), vice sindaco e assessore all’Urbanistica, si è dimesso dalla carica senza informare il sindaco Giuseppe Nicosia. Giovedì 12 dicembre ha fatto protocollare le dimissioni e per molti la notizia è stata accolta come un fulmine a ciel sereno. L’evento è stato oggetto di dibattito nella riunione di segreteria del Partito democratico. «Di cosa sta parlando-risponde il segretario comunale Francesco Cannizzo- non so nulla, quando è successo?». Poi messo sul fatto compiuto, si arrende e confessa. «L’ho visto stamattina, mi è sembrato molto provato, è una decisione che va rispettata. Adesso subito verifica e rimpasto? Calma, siamo rimasti un anno con 5 assessori, non cade il mondo aspettare un mese e mezzo».

Perché si è dimesso Filippo Cavallo? Perché è un uomo molto onesto e sensibile, e perché ritiene che se non può dare il massimo nel compito che gli è stato affidato preferisce dare spazio. Sulle sue improvvise dismissioni si ipotizzano 3 teorie. La prima, motivi personali e di salute di un suo familiare; la seconda, incomprensioni con l’assessore ai Lavori pubblici e Manutenzioni Angelo Dezio; la terza, l’attacco delle opposizioni inerente all’errore venuto a galla sul Prg. Questa terza ipotesi viene scartata dal segretario Cannizzo; giocoforza rimangono le prime due. E sono molto verosimili.

I problemi di famiglia Cavallo ce li ha per davvero, così come è altrettanto vero che il «ciclone» Dezio ha provocato scompiglio nella giunta. Dopo Natale altri faranno compagnia a Filippo Cavallo, a meno che non decidano di seguirlo sulla strada delle dimissioni. Si dice, ad esempio, che Filippo Cavallo recatosi all’incontro con i dirigenti della Sap per firmare un contratto relativo all’igiene urbana della città, si sia sentito rispondere di no. Gli hanno chiesto un rinvio, giusto il tempo per consentire all’assessore Dezio di leggere e valutare meglio i contenuti dell’accordo. Per uno come Cavallo, questo è troppo da sopportare. E infatti sono arrivate le dimissioni.