Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 822
VITTORIA - 13/11/2013
Politica - Botta e risposta fra i due ex amici per il salotto della città

Lavori in via Cavour sospesi dalla Dia?

L’ex sindaco: «Tengono nascosta la notizia del subappalto interrotto per l’assenza dei requisiti richiesti dalla legge in materia di certificazione antimafia». Il sindaco: «L’abbiamo interrotto noi dopo avere applicato il protocollo Dalla Chiesa. Dimentica quando arrestarono i dipendenti del suo gabinetto per appalti irregolari»
Foto CorrierediRagusa.it

Perché saranno fermati nella prima settimana di dicembrei lavori di ristrutturazione di via Cavour? Per Francesco Aiello (nella foto a destra con Giuseppe Nicosia), consigliere comunale di Azione democratica saranno sospesi durante il periodo natalizio «per una gestione oscura e mortale per gli operatori commerciali». Per il sindaco Giuseppe Nicosia si tratta della solita «aiellata», un volere strumentalizzare tutto, pescare a tutti i costi nel torbido. La sospensione dei lavori era stata programmata con l’Ascom e con i commercianti. E ora vi spiego perché». Il caso di via Cavour, fra un paio di mesi isola pedonale vietata ai fracassoni di ogni genere, è oggetto dell’ultima lite fra Aiello e Nicosia.

Dice Aiello: «La stampa ignora una notizia che in qualsiasi parte d´Italia sarebbe stata diffusa per essere conosciuta e qualificata dalla pubblica opinione. Un subappalto interrotto per l´assenza dei requisiti richiesti dalla legge in materia di certificazione antimafia. Un blitz della Dia e della Guardia di finanza aveva scoperchiato gli altarini. Consapevoli della porcheria, gli amministratori comunali hanno diffuso in anticipo la notizia che i lavori venivano sospesi per alcuni mesi o settimane in ossequio al santo natale. E´ grave che la stampa e la tv locale non informino i cittadini. Né i 6 giornalisti pagati dal comune, né la tv locale che ha interesse diretto nella esecuzione dei lavori, ne´ altri».

Aiello converrà con noi che una notizia va verificata sentendo anche la parte che affidato i lavori alla ditta catanese che s’è aggiudicata l’appalto, ovvero il sindaco Giuseppe Nicosia. Il quale spiega la vicenda in questo modo: «Invece di farci i complimenti per la trasparenza, Aiello parla come al solito a vanvera. Vecchi amministratori del passato affidavano incarichi di lavoro e appalti alle solite ditte senza verifiche e un giorno i dipendenti del suo gabinetto furono arrestati. Queste cose sono state dimenticate. Cosi come dimenticano, questi amministratori del passato, che affidavano incarichi a gelesi per le escavazioni del porto che poi risultavano in odor di mafia».

Botta e risposta, dunque, un braccio di ferro già visto in questi 7 anni. Ma è vero che i lavori sono stati sospesi per delle irregolarità della ditta? «I lavori sono stati sospesi perché abbiamo concordato di far trascorrere il Natale senza il fastidio dei lavori. Per quanto riguarda le irregolarità, abbiamo chiesto, in ossequio al protocollo di legalità di Carlo Alberto Dalla Chiesa- la regolarità anche dell’azienda presso la quale la quale la ditta che si è aggiudicata i lavori (catanese e onesta). Ci sono giunte informazioni negative e abbiamo detto di sospendere gli acquisti. Questi i veri fatti, che non c’entrano con la sospensione dei lavori per Natale. Ma Aiello, purtroppo, sappiamo com’è fatto. E’ lo stesso che partecipa al sit-in davanti al Comune con soggetti mafiosi che minacciano i dipendenti comunali».


Prima settimana di dicembre?
14/11/2013 | 12.07.15
Saro

"I lavori sono stati sospesi perché abbiamo concordato di far trascorrere il Natale senza il fastidio dei lavori"
Ma che c´entra allora la prima settimana di dicembre? Da questo punto di vista , era più opportuno allora accelerare i lavori fino a metà dicembre, in modo da lasciare meno cantiere possibile in via Cavour (visto che sono arrivati quasi in via La Marmora, che è la zona dove si concentra il passeggio in via Cavour). Così si corre il rischio di lasciare il cantiere proprio nella zona dove si passeggia di più.
Dopo metà dicembre si sospendono i lavori, ma già si è avanzato verso la piazza per altre due settimane.