Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 1047
VITTORIA - 08/10/2013
Politica - Il consigliere del Megafono strozza le polemiche sulla mancata ripresa televisiva

Diretta del Consiglio comunale su Youtube? Possibile!

Giuseppe Scuderi: «Aprono la bocca solo per fare polemiche e avere visibilità, non sanno che nella Sala Carfì al momento non c’è connessione a internet. Serve un piccolo intervento tecnico
Foto CorrierediRagusa.it

Anche la diretta streaming divide i consiglieri di maggioranza e minoranza. Tutti vogliono vedersi in tv, farsi ammirare e apprezzare dal popolo mentre fanno i proclami solenni per la città, ma Vittoria, purtroppo, in quanto a riprese televisive in Consiglio comunale non ha fortuna né una buona tradizione. L’ex consigliere Roberto Zelante una sera arrivo con il bavaglio alla bocca per protestare contro le mancate riprese televisive.

Adesso i consiglieri di minoranza sono tornati alla carica. Vogliono almeno la diretta streming. Ma al momento non è possibile. Perché? «La bocca- dice Giuseppe Scuderi (foto), esponente Megafono- c’è chi la apre polemica e chi la tiene chiusa mentre lavora in silenzio per la cittadinanza. Trasmettere in diretta streaming sul web le sedute del Consiglio comunale è possibile, ma solo dopo piccoli ed economici interventi in Sala Carfì. Al momento, a differenza di quanto affermato da qualcuno, non ci sono le possibilità tecniche di farlo».

E anche se fa parte della coalizione che sostiene la maggioranza, Scuderi ha depositato una mozione, molto tecnica e dettagliata, con la quale chiede l’impegno dell’Amministrazione comunale a superare i limiti fisici che impediscono oggi le dirette web delle sedute. «Il problema principale –dice il consigleire- è la mancanza di una connessione internet in Sala Carfì e la difficoltà tecnica nel portare l’ADSL nell’edificio dove si riunisce il Consiglio Comunale. Trasmettere in streaming le sedute è uno degli obiettivi che mi sono posto sin dal mio insediamento in Consiglio. Lo propongo da anni ma gran parte dell’opposizione ha optato per la trasmissione tradizionale televisiva. Opposizione che non sa, evidentemente, che internet si aggiunge alla televisione e non deve per forza sostituirla. Tuttavia non mi sono affatto arreso e, mentre aspiranti politici mandavano comunicati stampa ai giornali per ottenere un briciolo di visibilità, io andavo in Sala Carfì a cercare di capire se e come si potessero far partire le dirette streaming».

La difficoltà a portare l’ADSL in Sala Carfì è superabile, come?: «Nella mozione che ho appena presentato-dice Scuderi- chiedo all’Amministrazione di rivolgersi alle ditte locali che offrono servizi di connessione internet con tecnologia a onde radio. In provincia di Ragusa ce ne sono diverse e i costi sono paragonabili alle normali connessioni ADSL, poche decine di euro al mese, quindi il problema si può facilmente risolvere».