Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 460
VITTORIA - 18/04/2008
Politica - Vittoria ? Le schermaglie del dopo elezioni vivacizzano la politica

Terranova: "Via l´Mpa dalla giunta". Secco no di Minardo

E l’esecutivo del Pd ha respinto le dimissioni del coordinatore Giovanni Formica Foto Corrierediragusa.it

Riccardo Terranova intima all´Mpa di abbandonare la giunta Nicosia. «Gli autonomisti escano dalla giunta di Vittoria. Il prossimo tavolo provinciale si faccia carico del «caso» Vittoria». Manovre del dopo voto dettate da risentimenti personali e da aspettative future. «Alla luce dello stravolgimento dello scenario politico nazionale e regionale- scrive il coordinatore Terranova- che vede l’Mpa organicamente alleato del Pdl, con propri esponenti nei governi nazionale e regionale in corso di formazione, ritengo oltremodo anomala, di comodo ed inopportuna la permanenza del Mpa all’interno della giunta di Vittoria».

I problemi interni in Forza Italia (ancora per poco) saranno valutati nel capoluogo alla presenza di nuovi e vecchi leader: Nino Minardo, Innocenzo Leontini e Giovanni Mauro. Ma Terranova, a livello locale, insiste. «Una mancata presa d´atto da parte del MPA di tali epocali stravolgimenti e della profonda crisi in cui versa la Giunta Nicosia, sotto il profilo della mancata attuazione del programma, dei continui rimpasti, del cronico indebitamento dell´Ente, del clientelismo becero ed indecente e della mancata realizzazione di opere pubbliche e servizi per la città, significa voler rimanere incollati alle poltrone e, quindi, voler anteporre la sfrenata ambizione personale al bene comune. Un tardivo ripensamento, allo scadere del mandato, non ci troverebbe assolutamente disponibili ad eventuali alleanze ed inoltre rappresenterebbe un serio ostacolo al tanto invocato ingresso dell´Mpa nella giunta provinciale».

Una minaccia che accelererà il tavolo del confronto a livello provinciale. Riccardo Minardo (che giovedì sera nel corso di un’analisi provinciale in cui Concetta Fiore ha liberato il suo sfogo personale contro l’assessore Angelo Giacchi, «colpevole» a suo dire d’averla tradita facendo votare il candidato pozzallesse Giuseppe Sulsenti), è stato incaricato di coordinare provvisoriamente il partito in provincia. «Uscire dalla giunta di Vittoria? Non se ne parla nemmeno- replica Riccardo Minardo- C’è un accordo che noi vogliamo mantenere amministrando Vittoria fino a quando i rapporti con il comune sono buoni». Una frase che boccia la richiesta di Terranova.

A palazzo Iacono, intanto, s’è riunito l’esecutivo del Pd. Giovanni Formica ha rassegnato le dimissioni ma il sindaco Giuseppe Nicosia, così come aveva già fatto Piero Gurrieri, gliel’ha respinte all’istante. «Formica non ha colpe, deve rimanere al suo posto»- ha dichiarato Nicosia. Formica prende atto della fiducia e rafforza la sua posizione. «Le dimissioni dopo il risultato elettorale erano un atto dovuto- dice Formica- ma se il coordinamento le respinge con motivazioni valide e compatte raccolgo l’invito a rimanere».