Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:40 - Lettori online 1393
VITTORIA - 07/07/2013
Politica - Si fa rovente la polemica attorno alla nomina del sesto assessore

Il caso Dezio. Nicosia lo promuove

Sel, Giovanni Moscato e Francesco Aiello contestano la scelta del sindaco intravedendo interessi segreti e ipotizzando conflitti d’interessi del nuovo assessore. Ma il sindaco tira dritto: "Quando erano in giunta su Dezio non avevano nulla da dire!"
Foto CorrierediRagusa.it

Piaccia o no, Angelo Dezio è uno che non passa inosservato nell’ambiente della politica vittoriese. Sul suo nome c’è stato sempre da discutere quando era esperto di Francesco Aiello e ora che è diventato assessore di Giuseppe Nicosia (foto). Per il suo modo un po’ guascone nell’affrontare tutte le cose di cui si occupa, per la sua attività professionale che, a seconda delle interpretazioni personali e delle posizioni soggettive, viene definita «in conflitto di interessi». Di sicuro Dezio è pragmatico e concreto, con quel pizzico di spregiudicatezza che la politica chiede a chi vi si cimenta per non collocarli nell’archivio degli inetti.

«Delle posizioni pregiudiziali dei consiglieri di opposizione me ne impipo!>. Così si esprime il sindaco Giuseppe Nicosia quando sceglie il modo più elegante e provocatorio per mandare a vaffa… gli avversari politici. E sul caso Dezio, nominato assessore ai Lavori pubblici e Manutenzioni, i settori dove si registrano le più forti criticità della giunta Nicosia (non sappiamo se per mancanza di fondi da reperire o per limitatezze professionali di chi ha curato questi settori), potremmo mettere la parola fine.

E’ giusto, però, sentire le critiche che sono state mosse all’indomani della nomina di Dezio. Scrive Sel: «La nomina di Angelo Dezio è la prova che il tanto decantato cambiamento annunciato e sbandierato da questa Giunta in realtà non è altro che uno spot! Una squadra assessoriale monocolore, con esponenti che da decenni governano, buoni per tutte le stagioni, come «esperti», con incarichi di sottogoverno e ora finalmente in prima linea con un ruolo politico amministrativo che conferma le nostre teorie sulle logiche di spartizione di potere e di pezzi della città. Adesso che Dezio è assessore, dovrà passare (e a chi) gli incarichi pubblici che l´amministrazione come professionista gli aveva assegnato?».

Scrive Giovanni Moscato per Fratelli d’Italia: "Ritengo di fondamentale importanza portare a conoscenza come questo sindaco, scrupolo alcuno si sia posto in riferimento al chiarissimo conflitto d´interessi che si è venuto a creare. Ci sarebbe infatti da chiedersi, con quale criterio vengono assegnate ad un noto professionista del settore deleghe che senza alcuna ombra di dubbio non producono altro che un conflitto bello e buono tra la professione ed il ruolo governativo".

E anche Francesco Aiello, con un po’ di ritardo sugli altri critica pesantemente la scelta di Dezio assessore immaginando scenari segreti in vista della riforma del nuovo Piano regolatore generale. «Mentre la gente attende ancora la sanatoria- scrive Aiello- ecco che l’Amministrazione comunale propone di passare oltre, abbattere le case entro la fascia dei 150 metri, che sono attualmente insanabili, e spostare, con le chiacchiere, tutti gli insediamenti nella fascia superiore ai 150 metri».

«De loro giudizi me ne impipo…» chiosa Nicosia, che pure ha atteso quasi un anno per evitare il monocolore che si è creato tenendo aperta la porta del dialogo sia a Sel che all’Udc. «Questa è bella! –dice il continua il sindaco- Adesso per nominare gli assessori servono il consenso e il plauso dell´opposizione? A parte il fatto che interessa ben poco se sono d´accordo o meno con le mie scelte è ovvio e naturale che ai consiglieri di opposizione non sta mai bene nulla di ciò che fa la maggioranza di governo. Sel parla di squadra monocolore. Ricordo che è stata anche una loro scelta. E ricordo anche che quando erano ben seduti non avevano nulla da dire sulla squadra assessoriale. Quelle stesse persone che definiscono ora ´buoni per tutte le stagioni´, allora andavano bene. Evidentemente i loro giudizi sono variabili ed influenzabili! Mi permetto di ricordare che loro erano in Giunta, con Cilia vice sindaco e Garofalo alla Vittoria Mercati, e l´architetto Dezio era presidente della Sogevi. In quel momento, però, a loro andava bene! Per quanto attiene le dichiarazioni del consigliere comunale Giovanni Moscato, prenda atto che l´amministrazione comunale gode di ottima salute, non torna indietro, ma, anzi, guarda avanti! Invito, comunque, Giovanni Moscato a non cercare le lobby di potere a Vittoria, bensì a Palermo, presso la sua formazione politica o presso candidati a sindaco da Moscato stesso sostenuti, come rivelano le indagini attuali sulle lobby di potere di certi ex parlamentari regionali».


Il fumo fa male
08/07/2013 | 10.50.58
quisquedepopulo

Attenzione: IL FUMO FA MALE (c´è scritto pure sul pacchetto)...


07/07/2013 | 19.48.22
Edoardo

Azzeccata la foto del Nicosia che si tura il naso in segno di evidente schifo.....
Di tutti,nessuno escluso:il primo,Nicosia,di sè stesso,evidentemente,oltre che per gli altri suoi compari presenti e passati:
Primo tra tutti l´Aiello del quale era il delfino,che accoltellò simbolicamente,s´intende,dopo che ebbe l´appoggio per essere eletto.
Lo schifo sommerge la città e le persone perbene purtroppo restano ancora fuori e la città resta ancora in queste mani!
Edoardo Simili


ASS.RE DEZIO
07/07/2013 | 18.57.12
GINO

dal 2000 al 2005 con il Sindaco Aiello l´Arc.Dezio era Presidente della Commissione Edilizia ed esperto all´urbanistica e tutto andava bene e tutto filava liscio. Ora con la nomina di Ass.re ai Lavori Pubblici incarico professionalmente concepibile e compatibile del Arc Dezio da parte del Sindaco Nicosia apriti cielo critiche da tutti, ma scusate volete far fare con tutto il rispetto deontologico questo incarico assessoriale ad un medico o ad un commercialista? Riguardo al conflitto d´interessi prima di parlare di Dezio chiedete e risolvete da venti anni quelli dell´on. Berlusconi.