Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 662
VITTORIA - 02/10/2007
Politica - Vittoria - Il consigliere vuole conoscere le modalità del sindaco

Cannella si interroga
sulle deleghe speciali

Sono state assegnate ai consiglieri Formica e Artini Foto Corrierediragusa.it

Il consigliere Giuseppe Cannella vuole sapere perché e in base a quale norma o legge, il sindaco Giuseppe Nicosia ha assegnato deleghe speciali ai consiglieri di maggioranza Giovanni Formica (nella foto) e Salvatore Artini.

La loro delega, si preoccupa Cannella, potrebbe "rappresentare una sorta di allargamento «velato» della giunta Nicosia tramite la cooptazione impropria di due consiglieri comunali". E per sapere i veri motivi che abbiano spinto il sindaco a «delegare» Formica ai «Marchi di qualità e ai contratti di programma», e Artini alle «problematiche alle periferie», rivolge all’amministratore di palazzo Iacono un’interrogazione a risposta scritta e urgente.

"Si tratta di due consiglieri comunali di una certa importanza ? ricorda Cannella- che avranno notevole visibilità, spazio e «poteri» all’interno della squadra di governo Nicosia e che assolveranno con lo strumento della delega a dei compiti di un certo spessore che potremmo definire molto vicini a quelli di un vero e proprio assessore".

Quindi gli interrogativi. "Secondo quale norma o legge il sindaco ritiene possibile assegnare ai consiglieri comunali deleghe di sua competenza? Quale articolo o comma dell’attuale Statuto del Comune di Vittoria dà la possibilità al sindaco di nominare i «consiglieri-delegati»? I «consiglieri-delegati» hanno il diritto di partecipare, anche in modo informale, alle sedute della giunta? La nomina e l’attività dei «consiglieri-delegati» comporta oneri economici di qualsiasi tipo (anche per viaggi, trasferte, studi di fattibilità e di progetto, etc.) per il bilancio comunale?".

L’assessore Paolo Monello, che domenica sera ha fatto un comizio da vice sindaco, brucia i tempi nel dare la risposta. "Ciò che non è espressamente vietato dalla legge è consentito- dice Monello- Quando una norma lo vieterà, l’amministrazione si adeguerà. Si tratta di deleghe speciali date a consiglieri di maggioranza, che non percepiscono soldi e non partecipano alle sedute di giunta".

Nessuna eco, ieri mattina, in seguito al comizio pirotecnico del sindaco in piazza. Nei prossimi giorni i cittadini e anche l’opposizione potranno vedere su internet tutte le delibere di giunta approvate. Fino al 14 ottobre, ribadiamo, non accadrà nulla. Fino alle primarie per il Pd Nicosia non intende toccare niente neanche una scrivania.

Piero La Terra, che con il sindaco ha ricominciato a discutere dopo i «mal di pancia» sofferti, precisa che la lista Incontriamoci non esiste più. "Appartiene al passato, stiamo sui banchi della maggioranza ma come gruppo misto che potrebbe avere un altro nome". Proprio La Terra potrebbe essere uno dei protagonisti del dopo voto. Nicosia dovrà sostituire almeno due assessori. Uno tecnico e uno della ex «area 22», previa analisi del voto. A prescindere dal risultato delle primarie, l’allargamento a sinistra appare progetto irrealizzabile, per cui il sindaco modificherà l’assetto, definitivamente, sull’intelaiatura dell’attuale maggioranza.