Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 835
VITTORIA - 21/06/2013
Politica - Andrea Nicosia e Giovanni Moscato contestano l’incarico in tempi di crisi

Assunzione sindaco: polemiche con "Fratelli d’Italia"

Il sindaco Nicosia: «Fatto nel rispetto dell’art. 90 del Tuel»

Il sindaco Giuseppe Nicosia assume a tempo determinato Andrea Lo Vento per potenziare il suo staff di gabinetto e l’opposizione formata dagli esponenti di «Fratelli d’Italia», Giovanni Moscato e Andrea Nicosia insorgono. La determina di assunzione a cui fanno riferimento i due consiglieri di opposizione, è la numero 16 del 4 giugno scorso, con la quale il sindaco ha nominato un dipendente amministrativo categoria C. La determina del sindaco appare indiscutibile dal punto di vista della regolarità, ma Nicosia e Moscato la ritengono inopportuna «in un momento in cui sarebbe obbligatoria un po’ di sobrietà».

Quali sono i termini della contestazione? «In effetti – dichiara Nicosia - il contratto è stipulato ex art. 90 del TUEL, il quale consente al vertice della amministrazione comunale di poter procedere alla nomina presso il proprio staff di gabinetto, il quale dovrebbe svolgere attività di indirizzo e controllo politico, ma ad oggi i nominati ex art 90 sono ben sei, per un’ attività politica amministrativa che, visti i risultati, non ne meriterebbe probabilmente neppure uno».

Giovanni Moscato rincara la dose: «Come si può continuare a provvedere alla nomina di personale a tempo determinato e senza alcuna evidenza pubblica anche in momento in cui le casse del comune si dice siano in grave difficoltà? Riteniamo assurdo, incosciente e inappropriata questa gestione della macchina amministrativa, ancor più oggi in momento di grande difficoltà per i comuni italiani».

Fatta la premessa, Moscato e Nicosia entrano nel merito di altri aspetti normativi. «La prima relativa alla necessaria evidenza pubblica per la selezione dei componenti. Nonostante si tratti di contratti di carattere fiduciario la giurisprudenza, Tar Catania con sentenza n. 233/06, ha affermato la necessaria procedura ad evidenza pubblica. Inoltre la normativa prevede che l’assunzione debba avvenire preferibilmente fra soggetti già interni alla pubblica amministrazione e solo successivamente , qualora necessario, fra soggetti esterni. Ci pare assurdo come questa amministrazione comunale non riesca a comprendere le difficoltà e i disagi del momento e continui a perpetuare senza alcuna responsabilità, una gestione allegra della cosa pubblica».

Il sindaco replica alle dichiarazioni dei consiglieri comunali. «Non avendo argomenti – dichiara Nicosia – i due consiglieri cercano di speculare su vicende che sono normate da leggi nazionali e regionali, oltre che da regolamenti. Non possono certo essere Moscato e Nicosia ad abrogare l’articolo 90 del Tuel! Peraltro, le assunzioni sono state gestite con estrema parsimonia: ne è la riprova il fatto che non tutti i posti previsti sono stati coperti. Intanto va smentito il numero: non sono sei, come affermano loro, ma quattro. E poi, si tratta di assunzioni part-time, che coniugano l’esigenza della più ampia partecipazione e quella del risparmio della spesa pubblica. Trattandosi di nomine di carattere fiduciario, è ovvio che non possano essere reclutate tra le file dell’opposizione. E in ogni caso, alcuni dei nominati non hanno nemmeno una provenienza politica».