Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1575
VITTORIA - 18/02/2013
Politica - Importanti novità dall’incontro Pd-Megafono-Udc

La Mattina freddo con Cosentini: "Primarie!"

Pd, Megafono e Udc propongono soluzioni alternative nella scelta del candidato a sindaco di Ragusa. Giuseppe Calabrese e Angela Barone in pole position primarie?
Foto CorrierediRagusa.it

La visita di Rosario Crocetta in provincia di Ragusa ha accesso l’entusiasmo di chi crede a occhi chiusi nella «rivoluzione» che l’ex sindaco di Gela sta portando avanti, ma ha anche infiammato gli animi dei vittoriesi, facilmente infiammabili quando si trovano apparecchiate pietanze poco gradite, come l’imposizione di una candidatura a sindaco, in questo caso nel comune di Ragusa. Claudio La Mattina, neo coordinatore provinciale del Megafono, insieme alla candidata Concetta Fiore, incarna l’anima ribelle del movimento facendosi scudo del motto coniato ad hoc: «Siamo proposta e protesta allo stesso tempo».

Senza troppi giri di parole, La Mattina con queste dichiarazioni sta cospargendo di olio l’asfalto del percorso tracciato da Nello Dipasquale, punto di riferimento regionale del Megafono il quale, bruciando tutti sul tempo, ha lanciato la sindacatura del suo ex vice Giovanni Cosentini per le amministrative di Ragusa. La Mattina non boccia Cosentini, ma prepara le primarie del Pd, del Megafono e dell’Udc: dal confronto di questi soggetti deve uscire il candidato degli alleati, anche contro Cosentini. Su Cosentini, tutt’al più si potrebbe convergere dopo, nel caso di ballottaggio. Del resto, non è risaputo che Giuseppe Calabrese e Angela Barone hanno mire patenti di candidatura a sindaco della città? Chiunque voglia allargare il triunvirato Pd-Megafono-Udc, per La Mattina è bene accetto. «A condizioni- dice il coordinatore- che ci si basi su due principi essenziali: legalità e trasparenza, in linea con la conduzione regionale».

Per farsi comprendere meglio La Mattina articola il suo ragionamento, sicuramente condiviso anche dai leader del Pd vittoriese e ragusano: «Il Pd è la realtà con la quale condividiamo l´amore per il territorio, la trasparenza e la lealtà verso coloro che ci scelgono´. L´Udc è stato il primo partito che ha accettato la nostra proposta della candidatura di Rosario Crocetta alla presidenza della Regione. Oggi ci sentiamo con le carte in regole e liberi di scegliere le proposte più vicine al bene del nostro territorio e non siamo disposti a nessuna imposizione».

Nessuna imposizione, dunque. Con chi ce l’ha se non con la scelta dell’anticipata candidatura Cosentini? «Siamo proposta e protesta allo stesso tempo- conclude La Mattina- questo è il nostro motto. I territori vanno lasciati liberi. Il nostro confronto deve essere con la società civile. Con quelle realtà del territorio alle quali non arrivano i partiti per aggregare forze politiche nuove. Per questo ritengo necessaria la scelta democratica di fare le primarie per confrontarci direttamente con i nostri sostenitori".

Nella foto Crocetta ospite del sindaco Nicosia a palazzo Iacono