Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 719
VITTORIA - 03/11/2012
Politica - Arrivi e partenze autunnali vivacizzano la politica

Il "viavai" nei partiti di Vittoria non si ferma

Mascolino viene da Fi, Mpa e Città nuova; Felice è stato con La Rosa in Sviluppo ibleo. Cirica e Caruso se ne vanno dal Pd mentre Filippo Cavallo lavora per portare Sel di nuovo in giunta
Foto CorrierediRagusa.it

L’Udc non entra in giunta ma cresce in quantità e in qualità. Saranno pure esponenti politici «senza portafoglio», Mario Mascolino e Mario Felice (nel senso che non sono consiglieri comunali), ma di politica ne masticano. Da ieri sono Udc. Sono stati presentati dal segretario Salvo Barrano come esponenti dello scudo crociato vittoriese, e in qualche modo vanno sanare gli ammanchi provocati dalle recenti uscite di personaggi storici della politica locale. Mario Mascolino oltre a essere stato militante in Forza Italia e nell’Mpa, con la carica di assessore, è stato il cofondatore del Polo civico Vittoria città nuova. Mario Felice, invece, non ha avuto cariche, ma si è formato nel movimento Sviluppo Ibleo creato da Andrea La Rosa.

Come si vede, la politica vittoriese è sempre in ebollizione. Chi entra e chi esce, lasciando sempre la porta aperta in caso di rientro. Da poco Franco Caruso e Santo Cirica hanno lasciato il gruppo Pd per dichiararsi indipendenti. Nessun dramma, perché il mercato della politica non è a tempo limitato come quello calcistico, i passaggi fra partiti possono avvenire in tutti i mesi dell’anno. Infatti, secondo voci molto autorevoli, lo stesso Andrea La Rosa, da poco divorziato da Grande Sud, potrebbe entrare nella maggioranza Nicosia; mentre Filippo Cavallo, paziente tessitore di buoni rapporti, sta facendo di tutto per riportare in giunta Sel. C’è solo da convincere i «duri» Enzo Cilia e Salvatore Garofalo che la posizione più morbida di Pippo Mustile è migliore di quella rigida dei vecchi «compagni».

Nella foto da sinistra Mascolino, Barrano e Felice