Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:49 - Lettori online 1210
VITTORIA - 26/02/2008
Politica - Vittoria - Sintomi di malessere nel neonato Pd

Denaro: «Prevalgono le vecchie logiche di spartizione»

E denuncia il mancato coinvolgimento dei giovani Foto Corrierediragusa.it

Siluro di Giovanni Denaro (nella foto) al Partito democratico di Vittoria. Il presidente della Sogevi accusa: «Non è cambiato nulla. Le aree non si sono sciolte e il manuale Cancelli è lo strumento utilizzato per la spartizione dei posti>. C’è malessere nel neonato Pd, e benché tutti si sforzino di apparire uniti, le diatribe esistono ancora.

Giovanni Denaro, amico e sostenitore del coordinatore Giovanni Formica, esponente dell’Area 22 interviene proprio mentre il partito si appresta a scegliere il candidato vittoriese per le regionali che dovrà competere con gli altri candidati del Pd. E se passa ancora la logica dei numeri, il candidato sarà Salvatore Di Falco.

«Sin dalle prime fasi della costituzione del partito- si confessa Denaro- osservavo con scetticismo e cautela questa nuova formazione. Oggi dico che avevo ragione». A Denaro non è piaciuta l’indicazione di Piero Gurrieri e di Francesca Corbino per le elezioni nazionali.
Giovanni Denaro, in maniera chiara, denuncia la totale mancanza di coinvolgimento dei giovani. «I giovani non sono stati presi in considerazione». E a Formica, coordinatore in cui ha creduto e crede, manda un messaggio inequivocabile. «Mi sembra un coordinatore ostaggio del buon governo a tutti i costi». Nessuna meraviglia, perché non sempre in politica ciò che si vede corrisponde alla realtà. Finte unioni e finte divisioni alla fine servono e fanno la differenza. Il bello dell’ipocrisia.

Riecco il Psi
Intanto nel panorama politico vittoriese così incerto per il centrosinistra, «nasce definitivamente il Psi a Vittoria e a Scoglitti». Lo comunica Fabio Prelati, segretario cittadino. E’ la fusione fra socialisti e socialdemocratici. «Si è consolidato il gruppo dirigente del Partito vittoriese- scrive Prelati- con la presenza di Pasquale Ferrara, Gaetano Caruso e Saro Licita». Il direttivo risulta costituito da Fabio Prelati (segretario), Carmelo Di quattro, Luca Genovese, Gianfranco Di Trapani, Gaetano Spina (tesoriere), Gaetano Cucuzzella, Maria Pina Frasca, Rosalba Bennice, Massimo Giacchi, Mimmo Sorci, Valeria Sanzone, Giuseppe Lauria, Michele Stracquadanio. «Ma la grossa novità- dice ancora Prelati- riguarda Scoglitti con l’incarico di segretario, della locale sezione, affidato a Salvatore Savasta, già coordinatore cittadino dell’Italia dei Valori di Di Pietro. Savasta sarà affiancato da Antonella Stivale, già coordinatrice provinciale dei Comunisti Italiani. Accanto a loro un gruppo di giovani: Rosario Fichera, Fabiola Barresi, Umberto Bella, Emanuele Penna e Giuseppe Decorato».