Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 662
VITTORIA - 27/02/2008
Politica - Vittoria - Le polemiche sulla partecipazione alla Bit di Milano

Fabio Nicosia risponde all´Udc:
"Nel 2009 porteremo le divise"

Replica a muso duro alle critiche mosse dal parito di Casini Foto Corrierediragusa.it

«La prossima volta andremo alla Bit con divise dai colori variopinti e sgargianti, così quelli dell’Udc di Vittoria ci riconosceranno subito». Fabio Nicosia (nella foto), consigliere provinciale Pd s’intesta a modo suo la risposta al gruppo Udc di Vittoria che ha messo in discussione la validità della rappresentanza della Provincia e del Comune di Vittoria alla Bit di Milano.

«C’eravamo tutti- dice Fabio Nicosia, dal presidente Franco Antoci, Udc (per caso è diretta a lui la critica?), al consigliere Salvatore Moltisanti, di Forza Italia, a Luciano D’Amico, assessore del comune di Vittoria. Hanno riferito male. E tutti i costi sono stati a carico dell’ex Aapit». C’erano o non c’erano, dunque, le istituzioni iblee a mettere in vetrina il meglio del nostro turismo alla rassegna milanese? E’ polemica che Nicosia stronca subito contrattaccando.

Anche Luciano D’Amico non ha fatto attendere molto la sua risposta. «Lo stand allestito quest’anno dalla Provincia regionale di Ragusa ha segnato un’inversione di tendenza rispetto al passato ? ha dichiarato D’Amico ? perché per la prima volta tutti i Comuni erano presenti ed hanno avuto pari spazio e pari dignità.

Il Comune di Vittoria era presente non con una processione di rappresentanti, ma con l’assessore al Turismo. Il materiale promozionale c’era, e proveniva sia dal Comune che dai privati. E per di più, sulla rivista «Freetime», Vittoria aveva lo spazio maggiore, ed era l’unico Comune a presentarsi con appuntamenti già calendarizzati, come la Settimana Santa e alcune iniziative dell’estate.

Quanto alla brochure della Provincia, è vero che mancava l’elenco delle strutture ricettive del Comune di Vittoria, ma si è trattato di un errore dovuto alla fretta di stampare il materiale in tempo per la Bit. Dell’errore si è subito accorta l’imprenditrice Daria Miccichè, titolare dell’hotel Mida di Scoglitti, che lo ha immediatamente segnalato.

Le brochure sono quindi state ritirate, e presto saranno diffuse quelle corrette. Del resto, se l’Udc ha da muovere un rimprovero per questo disguido, non è certo al Comune di Vittoria che deve farlo, ma alla Provincia di Ragusa: la delega al Turismo la detiene proprio il presidente Antoci, che è un autorevole esponente dell’Udc».


LE CRITICHE DELL´UDC

L’Udc di Vittoria critica il Comune di Vittoria e la Provincia, presenti-assenti alla alla Bit di Milano. "Hanno riferito ?scrivono gli esponenti dell’Udc di Vittoria Salvatore Barrano, Rosario Lo Monaco, Luigi Sgarlata, Paolo Melilli, Giombattista Ferro, Franco Di Modica, Emanuele Giannì, Rosario Gurrieri, Carmelo Insaudo, Carmelo Floridia, Angelo Sanzone, Giovanni Giarratana e Giovanni Ciancio- che l’assessore al Turismo di Vittoria Luciano D’Amico e il consigliere provinciale Fabio Nicosia, sicuramente in rappresentanza del Comune di Vittoria il primo, pare non abbiano svolto il ruolo e la funzione per cui sono andati ala Bit".

L’Udc sostiene che nello stand della Provincia non c’era alcun rappresentante istituzionale di Vittoria e nulla e niente del nostro territorio è stato presentato od offerto ai visitatori e ai tour operator. "Addirittura ?continua l’Udc- nell’unica guida distribuita dalla Provincia, che riguardava tutto il territorio ibleo, non vi era menzione alcuna che riguardasse Scoglitti e con essa gli operatori alberghieri e i servizi turistici, mentre tutte le altre località erano ampiamente illustrate e pubblicizzate".