Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 1080
VITTORIA - 30/05/2012
Politica - Sinistra e libertà-Nicosia, il giorno della verità

Sel- giunta comunale, divorzio vicino? Oggi la decisione di Pippo Pollara in conferenza stampa

Alla base dei malumori ormai cronici, la rivisitazione del Prg, la gestione dell’Amiu e la Vittoria mercati srl, di cui Garofalo è il presidente
Foto CorrierediRagusa.it

Quando si hanno presagi si prevedono eventi futuri: in questo caso non positivi. L’annuncio della conferenza stampa di Sel convocata dal coordinatore Pippo Pollara per le 11 di oggi, fa presagire clamorose novità per la giunta guidata da Giuseppe Nicosia (nella foto con Salvatore Garofalo).

Sel, il condizionale è d’obbligo perché in una notte possono accadere molte cose, potrebbe uscire al più presto dall’amministrazione comunale. Sarebbe clamoroso: via il vice sindaco Enzo Cilia, via il presidente della Vittoria mercati srl, via il componente del Cda Emaia Rocco Candiano, via Angelo Denina dalla Commissione mercati, via Francesca Randazzo consulente ai Servizi sociali. E meno 3 consiglieri comunali alla maggioranza: Pippo Mustile, Enzo Cilia, Mariella Garofalo.

Cosa dirà Pollara in conferenza stampa alla quale parteciperanno tutti quelli sopra citati? Che il partito della sinistra è completamente insoddisfatto dell’azione amministrativa svolta dal giorno delle elezioni fino a oggi. Nonostante il vice sindaco, la presenza nell’Emaia e alla Vittoria mercati, Sel è costretta a prendere una dolorosa decisione. Uscire o restare a certe condizioni.

Le comunicazioni che Sel farà riguardano «la situazione politico-amministrativa che si è venuta a creare nello scorcio dell’ultimo anno di nostra partecipazione alla coalizione di maggioranza di centrosinistra». E’ tutto quello che fa presagire Pippo Pollara. Insomma, l’idillio (ammesso che ci sia stato) è finito per le perplessità di Pollara sul Piano regolatore generale, per la tanto discussa gestione dell’Amiu e per l’inattività della Vittoria mercati. Si dice autunno caldo, ma anche l’estate sarà molto rovente. E’ da un anno che Sel vive un percorso molto travagliato. Come sempre in un partito convivono falchi e colombe, quelli che portano tutto all’esasperazione e quelli che invece sono per rinviare le decisioni nella speranza che le cose cambino.

I primi dolori per Sel sono stati all’inizio del 2012, quando la nuova legge regionale ha obbligato i «divorzi» fra congiunti. Il vice sindaco era Salvatore Garofalo: s’è dovuto dimettere per lasciare in Consiglio la sorella Mariella. Adesso, a meno di 5 mesi Sel è di nuovo davanti alla biforcazione: andare avanti a malincuore o lasciare il governo della città. Lo sapremo verso mezzogiorno.