Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:51 - Lettori online 969
VITTORIA - 25/02/2008
Politica - Vittoria - Formica ha proposto Gurrieri e Corbino per le nazionali

Pd: niente primarie, deciderà
il Coordinamento

Entro domenica il candidato vittoriese alle regionali Foto Corrierediragusa.it

Se Walter Veltroni lo vorrà,Piero Gurrieri e Francesca Corbino, vice coordinatori del Pd di Vittoria, potranno candidarsi alla Camera dei deputati. Lo ha deciso il Coordinamento del partito nel corso della riunione iniziata intorno alle 20 e conclusasi prima delle 23. La proposta, fatta dal coordinatore Giovanni Formica è stata accolta all´unanimità. Accanto a Giuseppe Digiacomo, candidatura già espressa e non messa in discussione, Gurrieri e Corbino avrebbero l´occasione di visibilità a due esponenti del partito vittoriese.

Nessuna decisione, invece, per l´altra candidatura che il partito dovrà esprimere per le regionali. Il dibattito ha fatto emergere un dato importante: non c´è il tempo per le primarie aperte e neanche semichiuse. Entro domenica il Coordinamento di Vittoria dovrà indicare il nome di un candidato. "Che dovrà essere forte e autorevole- ha sottolineato Giuseppe Fiorellini- per ridare a Vittoria il ruolo politico regionale che manca da tempo".

E per esprimere un nome fra Gianni Caruano, Fabio Nicosia, Salvatore Di Falco, Giuseppe Fiorellini, Angelo Dezio e Francesco Aiello (sebbene sull´ex sindaco peserebbe lo stesso veto delle 3 legislature in cui è imbrigliato Salvatore Zago), il partito dovrà decidere con un consulto veloce entro il fine settimana. Potrebbe prevalere la moderazione di Gianni Caruano, ma se si dovesse andare di nuovo alla conta segreta o palese che sia, è chiaro che l´area più forte del partito è quella che vede alleati ex Margherita ed ex Area 22. Il metodo di scelta e il candidato che verrà fuori ci farà capire se è stato superato il vecchio pregiudizio delle aree di appartenenza.

Nel corso del dibattito, Francesco Aiello e Gaetano Carbonaro hanno riproposto il problema Mpa alleato della giunta Nicosia, soprattutto alla luce delle ultime alleanze regionali e nazionali che vedono Raffaele Lombardo non più organico ma parte integrante del Pdl. L´intervento, non a caso, fatto da Aiello e Carbonaro, la dice lunga sulla ritrovata serenità nella compagine di maggioranza. Nessun contraddittorio sul punto sollevato, perché né il sindaco, né Fabio Nicosia erano presenti alla riunione di coordinamento.

Francesca Corbino