Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 813
VITTORIA - 13/05/2012
Politica - S’arroventa il dibattito sull’azienda municipalizzata di igiene urbana

Amiu, Titta Faviana frena Garofalo: «Prima di distruggere, l’alternativa»

Il consigliere del Pd ricorda che l’azienda si occupa anche di servizi straordinari come verde pubblico, pulizia lotti interclusi, bonifica ambientale, espurgo pozzi neri, fornitura acqua potabile
Foto CorrierediRagusa.it

Giambattista Faviana (foto), neo eletto consigliere comunale del Pd, sull’Amiu fa un ragionamento razionale e sensato. Prima di distruggere si deve avere un progetto per la ricostruzione. E’ la risposta che manda a dire a due suoi colleghi non di partito ma di coalizione: Giuseppe Mustile e Mariella Garofalo (Sel), che soffiano benzina sul fuoco dell’azienda municipalizzata. «Da consigliere di maggioranza- argomenta Faviana- non posso certo ricercare titoli nei giornali parlando di immediata chiusura e risparmi economici, che non hanno alcun riscontro contabile».

Cosa propone Faviana? Ritiene che accelerando lo scioglimento dell’ente di contrada Valseca senza una valida alternativa immediata si possano verificare pericolosi disservizi per tutta una serie di adempimenti che l’Amiu, bene o male, riesce ancora a svolgere. E ci ricorda che l’azienda non svuota solo i cassonetti, ma effettua tanti altri servizi che non si possono bloccare di botto.

«Preferisco –replica Faviana- discutere all´interno del Partito democratico, e della coalizione di maggioranza tutta, le modalità di dismissione dell´Azienda Municipale. E’ previsto legge e nei tempi indicati si deve osservare il percorso che porti alla raccolta differenziata. A chi sollecita però il mio parere di consigliere comunale mi preme comunicare che avere fretta e lanciare proclami di chiusura è pericoloso non solo per l´Azienda stessa, ma per i servizi che nonostante le difficoltà la stessa riesce ad assicurare, compreso servizi straordinari (verde pubblico, pulizia lotti interclusi, bonifica ambientale, espurgo pozzi neri, fornitura acqua potabile) di cui ha giovato l´intera comunità cittadina. Accelerare i passaggi, senza avere pronta una soluzione alternativa per soddisfare le esigenze dei cittadini, significherebbe fare sprofondare la città nel disastro ambientale. Quindi sollecito il Consiglio di Amministrazione del|’Amiu a profondere tutti gli sforzi utili a normalizzare la situazione ambientale (notizia confortante l´utilizzo di altri 3 camion-compattatori), nel contempo rinnovo la fiducia nell´operato di amministratori che si stanno adoperando con serietà e dedizione alla causa comune».


A quale prezzo?
13/05/2012 | 10.40.26
salvo

Il Sig. Faviana, dimentica di dire a quale prezzo viene mantenuta l´AMIU, dimentica cosa assai più grave di parlare dei debiti esistenti prodotti dall´azienda, debiti che dovranno pagare tutti i cittadini. Se questi sono amministratori "illuminati", c´è da inchinarsi a così tanta bravura.