Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 20 Luglio 2018 - Aggiornato alle 19:41
VITTORIA - 11/05/2012
Politica - Il Consiglio comunale ha approvato il bilancio con 13 sì e 4 no

Amiu, dopo approvazione consuntivo 2010 maturano tempi per la chiusura

Mariella Garofalo (Sel) spinge per la chiusura: «Mai condivisa gestione Amiu per i metodi clientelari. Anche il sindaco è convinto della liquidazione dell’azienda»
Foto CorrierediRagusa.it

Tredici sì e 4 no. Il Consiglio comunale di Vittoria approva il Consuntivo dell’Amiu. E’ questo il dato che merita rilievo al termine dell’ultima seduta consiliare. Il significato tangibile dell’importante provvedimento lo evidenzia il consigliere di Sel Mariella Garofalo (foto), Uno squillo di tromba per annunciare il de profundis dell’azienda che per decenni ha gestito la raccolta dei rifiuti, alternando buoni momenti a discutibili comportamenti.

«Con l’approvazione del consuntivo 2010- afferma Mariella Garofalo- si traccia la strada che porta alla chiusura dell’Amiu. Le affermazioni del sindaco Giuseppe Nicosia sono ormai del tutto illuminanti: «l’Amiu va messa in liquidazione». Sono queste le deduzioni a cui è pervenuto il sindaco e a cui nessuna forza politica responsabile può sottrarsi. Non abbiamo mai condiviso la gestione AMIU non solo quando eravamo all’opposizione ma anche ora che facciamo parte di questa amministrazione. Non abbiamo mai condiviso il metodo delle assunzioni (non si osservano le graduatorie), rilevato la mancanza di risultati efficaci (la città è particolarmente sporca), la cattiva gestione economica che ha portato ad uno sforamento di circa 1.400.000 di euro nel bilancio AMIU 2010, soprattutto per aver fatto ricorso a lavoro straordinario, divenuto quasi ordinario, e le conseguenze gravi di antieconomicità per i bilanci dell’ente comunale. Questa situazione fattuale taglia inesorabilmente ogni possibile speranza di futuro all’azienda».

L’obiettivo primario che si pone Sel è la differenziata- «Cambiare definitivamente impostazione al problema rifiuti nella città di Vittoria –chiude Garofalo- e assieme a questa amministrazione stiamo lavorando per raggiungere quello che è uno dei nostri prioritari obbiettivi, la raccolta differenziata».