Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 946
VITTORIA - 22/02/2008
Politica - Vittoria - Decisione assunta dal segretario cittadino Formica

2 vice coordinatori per il Pd:
si tratta di Corbino e Gurrieri

Una scelta che viene definita saggia da tutte le componenti Foto Corrierediragusa.it

Giovanni Formica ha deciso. Non uno ma due vice coordinatori. Una donna e un uomo. Francesca Corbino (nella foto) e Piero Gurrieri sono stati nominati vice coordinatori del Pd. Una scelta che viene definita giusta e saggia da parte di tutte le componenti, compreso Fabio Nicosia, che ha rinunciato all’invito di entrare in segreteria.

L’avvocato Corbino è volto nuovo. Soprattutto è donna e non ha quel pedigree politico che in certi casi provoca nausea. L’aveva indicata per primo Gianni Caruano. Piero Gurrieri, invece, rappresenta il grimaldello della svolta politica che ha portato all’unità e alla fusine di tutte le aree dentro il coordinamento. Ha avuto un ottimo risultato durante il mini congresso (29 %). Ha tanta voglia di spendersi per il partito.

Riguardo all’elezione dei due vice coordinatori, Giovanni Formica ha dichiarato: «Dopo un’attenta riflessione ho ritenuto opportuno avvalermi della collaborazione di Francesca e Piero i quali, superando vecchie logiche di appartenenza, possono sicuramente dare un grosso contributo, l’una in termini di freschezza e novità, l’altro in termini di esperienza e forte motivazione nel segno dell’unità del partito. E con lo stesso spirito della novità, della freschezza delle idee e della unità, da qui a pochi giorni prenderà corpo l’intero esecutivo».

Completato l’organico, Giovanni Formica accelera i tempi. Ha convocato per sabato pomeriggio alle 15,30 un coordinamento per discutere «l’indicazione delle candidature nazionali; l’individuazione del metodo per la indicazione delle candidature regionali». Per le nazionali il coordinamento esprimerà subito il nome di Giuseppe Digiacomo, più un’altra rosa di nomi (uomini e donne) pronti a riempire le caselline della lista.

Per le regionali, invece, si dovrà stabilire il metodo. Se si faranno le primarie ci sarà una probabile «carneficina», perché in molti vogliono competere, compreso Francesco Aiello, che spera di rendere reale quella che per ora è una candidatura platonica. Se si faranno le primarie la rosa è lunga. Caruano, Fiorellini, Nicosia, Di Falco, Dezio, Gurrieri, Aiello e anche qualche donna dovrà partecipare alla contesa. Un solo vittoriese che dovrà confrontarsi con un comisano del calibro di Giuseppe Digiacomo oppure Salvatore Zago.

Piero Gurrieri Giovanni Formica