Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:08 - Lettori online 782
VITTORIA - 28/11/2011
Politica - Si è celebrato all’insegna della cordialità il primo congresso Fli

Dieli segretario cittadino Fli. «Siamo opposizione e costruiamo il Terzo Polo», anche se l’Udc è già al governo

Ospite d’eccezione, Carmelo Briguglio. Presenti anche Sel, Pd, Udc e amministrazione comunale. Franco Iemolo: «Iniziamo la stagione della coesione e della lealtà politica»
Foto CorrierediRagusa.it

Da commissario a primo segretario di Fli nell’arco di un congresso. Nello Dieli (l´ultimo a destra accanto a Franco Iemolo ed Enzo Pelligra) è stato eletto per acclamazione dal direttivo composto da 25 persone al termine del primo congresso cittadino che ha visto la partecipazione nella sala Avis del deputato nazionale Carmelo Briguglio.

Un congresso come si deve, con tanto di relazione, saluti delle delegazioni ospiti e dibattito dei presenti prima delle conclusioni affidate a Carmelo Briguglio. Al tavolo della presidenza, accanto a Nello Dieli, i responsabili provinciali del partito, Francesco Iemolo, Enzo Pelligra e Salvo Roccaro.

Un dibattito schietto, sereno e leale, che ha affrontato temi di politica nazionale e locale, a partire dalle priorità che devono essere trattate per uscire dalla crisi. «Stiamo continuando- ha detto il segretario Dieli- quello che avevamo cominciato con Vittoria che cambia». Fli è, insieme agli altri partiti che si chiamano Udc, Api, Mpa, impegnato alla costruzione del Terzo Polo. Fli si colloca all’opposizione a Vittoria, ma come giudica Nello Dieli il fatto che fra i partiti del Terzo polo vi sia l’Udc in una giunta di centrosinistra con l’assessore Rosario Lo Monaco? «Fino a quando non ci saranno direttive centrali- risponde Dieli- la nostra strada è questa. Vero, l’Udc è al governo della città. Il tempo dirà se dovranno uscire loro o dobbiamo entrare anche noi come Terzo polo».

Dalla relazione di Nello Dieli a quella di Franco Iemolo, il direttore di Neurologia dell’ospedale di Vittoria. Tutta impostata sul confronto democratico e civile. «Cominciamo a usare il linguaggio della coesione. Non ci sono nemici, al limite avversari, niente invettive ma politica del confronto. Fli è nel Partito popolare europeo. Come Terzo polo ci candidiamo alla guida del Paese, giusto dare la cittadinanza italiana ai figli degli immigrati che nascono in Italia».

E’ anche un congresso dalle presenze anomale: che ci fanno Marirella Garofalo e Pippo Pollara (Sel vendoliana) in una sala dove è vietato esordire con l’anacronistico saluto «cari compagne e compagni? «Nessun imbarazzo a partecipare- esordisce Pollara- questo ho risposto ai miei figli che mi chiedevano come mai andassi da Fli. Apprezziamo lo sforzo di costruire una destra nuova, innovativa e non aperta alle escort».

E nessun imbarazzo prova Giovanni Moscato (oggi Pdl), che ha fatto in tempo a prendere le ultime gocce di latte del Movimento sociale italiano prima della grande svolta finiana, a salutare cordialmente gli «amici» (non camerati) della sinistra. Al congresso hanno portato il saluto l’assessore Luigi D’amato per l’amministrazione comunale, Marco Greco (FdS), Salvatore Di Falco presidente del Consiglio, Salvo Barrano Udc. Ha concluso Carmelo Briguglio, parlando dei grandi temi nazionali e della crisi che minacci il mondo.

Questo il direttivo di Fli
Nello Dieli, Natale Alessi, Giuseppe Amodei, Vincenzo Arcidiacono, Antonio Buonocore, Vincenzo Cacciaguerra, Cesare Campailla, Eugenio Cassarino, Rosario Cassisi, Rosanna Ciancio, Giorgio Cortese, Giombattista Denaro, Salvatore Denaro, Salvatore Dieli, Mario Ferma, Alessndro Francione, Luca Gentile, Antonio Gravina, Salvatore Greco, Francesco Iemolo, Giuseppe Lauria, Salvatore Nicosia, Gaetano Puglia, Alessandro Salsetta, Emilio Tasca Filippo Piccione.