Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 1241
VITTORIA - 06/10/2011
Politica - Resta immutato il consiglio di Vittoria, 18 seggi alla maggioranza, 12 per la minoranza

Sentenze Tar Catania: rigettati i ricorsi presentati da Lista Aiello e da FdS

I ricorrenti, Luigi Melilli e Gianluca Messina (candidati con Aiello) ed Emanuele Baldanza (Forza del Sud) sono stati condannati al pagamento di 2 mila euro per spese processuali e accessori vari
Foto CorrierediRagusa.it

Il Tar Catania ha rigettato i ricorsi presentati da Luigi Melilli e Gianluca Messina (candidati al Consiglio comunale per la Lista Aiello) e di Emanuele Baldanza (candidato per Forza del Sud) contro l’assegnazione del premio di maggioranza alla coalizione del sindaco Giuseppe Nicosia. Alla luce di questa sentenza, il Consiglio comunale di Vittoria non subisce variazioni: 18 seggi restano alla maggioranza e 12 alla minoranza. Inoltre, i ricorrenti sono stati condannati al pagamanto delle spese processuali, 2 mila euro più accessori.

E’ questa la notizia che giunge come un tuono all’indomani della tumultuosa seduta consiliare sciolta dal presidente Salvatore Di Falco a seguito dell’occupazione dell’aula da parte del consigliere Francesco Aiello e di alcuni soggetti che assistevano dietro le transenne.

Immediata la reazione del sindaco Giuseppe Nicosia, che per domani ha convocato una conferenza stampa per annunciare ufficialmente le due sentenze del Tar. La prima dichiarazione è ironica: "Andranno adesso ad occupare il Tribunale amministrativo di Catania?". La seconda è politica: "Chi parlava di brogli esce sconfitto due volte: dalla campagna elettorale di giugno e dalla sentenza del Tar di poco fa. Hanno perso anche la faccia. Il valore di questa sentenza? Abbiamo salvato Vittoria dall´accoppiata Aiello-FdS. Abbiamo assicurato la stabilità e la governabilità della città. Forse per questo sono già saltati i nervi agli avversari tanto da ricorrere alle occupazioni dell´aula consiliare".

Si sprecano, anche, le prese di posizione dopo quanto accaduto in Consiglio. Domani dovrebbe esserci il tanto atteso incontro in Prefettura fra alcune forze politiche. In molti, della maggioranza e della minoranza hanno chiesto l’intervento del prefetto Cagliostro al fine di riportare la serenità in seno al civico consesso.

Nella foto in alto, l´aula consiliare