Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 711
VITTORIA - 01/07/2011
Politica - Parte con un problema d’interpretazione burocratica la nuova giunta

Assessori chiedono a Nicosia trasparenza su assunzioni

I 4 amministratori dovrebbero essere Piero Gurrieri, Mario Mascolino, Rosario Lo Monaco e Salvatore Garofalo. Nella nota inviata anche al segretario e al direttore generale, chiedono «chiarimenti» ed eventualmente di bloccare l’atto

Non sarà facile l’iter di assunzione dei 4 contrattisti, fra cui anche l’ex assessore Luciano D’amico, al Comune di Vittoria. Oltre all’affondo di Francesco Aiello, secondo indiscrezioni che filtrano, circa 3-4 assessori avrebbero protocollato una nota indirizzata al sindaco Giuseppe Nicosia, al direttore generale Salvatore Troja e al segretario generale Paolo Reitano, con all’oggetto l’iter burocratico relativo all’assunzione a tempo indeterminato dei 4 contrattisti.

Uno dei primi firmatari della nota dovrebbe essere Piero Gurrieri, gli altri 3 assessori sarebbero Mario Mascolino, Rosario Lo Monaco e Salvatore Garofalo, che già si era espresso in modo critico con un precedente comunicato stampa.

Con la nota gli assessori chiedono al sindaco e ai vertici della burocrazia chiarimenti gli aspetti oscuri della vicenda e le considerazioni di carattere giuridico. In mancanza dei chiarimenti, secondo gli assessori, 3 dei quali avvocati, il procedimento di assunzione dovrebbe essere bloccato.

La nota, fanno capire coloro che l’hanno letta, non è tesa a mettere in imbarazzo il sindaco, ma a perseguire la massima trasparenza in tema di assunzioni privilegiando il metodo del concorso pubblico.

Il segretario generale Reitano ha confermato che la giunta ha bloccato in autotutela la delibera 433 del 23 giugno e che quindi al momento non c’è nessuna irregolarità né contenzioso con i 4 lavoratori che dovrebbero essere assunti. Il problema del contenzioso fra Comune e Luciano D’Amico (che ha regolarmente giurato escludendo problemi di incompatibilità) è stato posto ieri sera in Consiglio dall’intervento di Giovanni Lombardo, gruppo Movimento territoriale Azione democratica, ricevendo come risposta le rassicurazioni del segretario generale Reitano.