Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 637
VITTORIA - 05/06/2011
Politica - Fabio Prelati replica a Giambrone e annuncia clamorose decisione

Idv nella bufera: Giovanni Iacono commissario del partito

«Il progetto Nicosia- dicono- è l’unico possibile. L’Udc? A Macerata e in Puglia Idv governa con l’Udc». Il vice coordinatore regionale, d’intesa con i vertici regionale, avoca a sè la direzione della sede di Vittoria

La bufera dopo l’intervento del senatore Fabio Giambrone era inevitabile. Quasi tutti i tesserati dell’Italia dei valori vittoriese hanno pensato all´autosospensione. Solo per un attimo, poi ci hanno ripensato. Ma ormai la frattura è insanabile, tanto che il partito regionale e provinciale ha deciso di commissariare la sede vittoriese. Sul futuro degli iscritti deciderà i vertici del partito. Restano con il progetto Nicosia sindaco e l’appoggiano in pieno, ritenuto «l’unico possibile». Non condividono le direttive avviate da Palermo dal coordinamento regionale. E citano l’esempio del centro Italia, dove Idv è alleata dell’Udc.

«In un quadro politico così devastante –scrive Fabio Prelati a nome degli iscritti Giuseppe Malignaggi, Fabio Prelati, Donatello Bonuomo, Maurizio Busacca, Carmelo Gatto, Brunella Bongiorno, Brigitte Aronica, Gino Cappellini, Franco Cassisi, Giuliano Salvatore, Alfredo Prelati, Maria Giovanna Blundo, Denise Cassisi, Gaetano Guastella, Concetta Morales, Biagio Randazzo, Giuseppe Lutri, Giovanni Cassisi, Giuseppa Mazza, Salvatore Orlandini, Maria Zappulla, Giuseppa Cassisi, Maria Giovanna Intelisano, Lucia Zappulla, Liliana Mangione, Concettina Concettina, Giuseppe Giuliano -si giunge ad un importante accordo con Sinistra Unita con Vendola, in linea con il quadro nazionale e sulla base di una progettualità comune si associa il gruppo locale dell’UdC del candidato Barrano. Riteniamo che una alleanza di tal genere sia ampiamente giustificata dalla particolare situazione locale, così come fra l’altro avviene in diversi comuni d’Italia quali Macerata, Civitanova, Fano, San Giovanni Rotondo in Puglia, dove IdV ha stretto alleanze con l’UdC. Quando ci sono in gioco gli interessi di un’intera comunità occorre fare sintesi e superare le contrapposizioni ideologiche, tanto più quando sono gli altri a sottoscrivere il nostro programma!»

I focolai dell’insoddisfazione si estendono anche ai Verdi, che al primo turno hanno appoggiato il programma del sindaco Giuseppe Nicosia. E allora Antonio Prelati guida il distacco dal partito, che domani potrebbe essere fuoruscita definitiva. «Alla luce di tutto ciò, per rispetto allo stesso partito, alle componenti dei Verdi e del Patto Cristiano Esteso che abbiamo coinvolto e dei mille vittoriesi che hanno creduto nella proposta di questo gruppo dirigente, riteniamo opportuno andare avanti lo stesso. Andiamo avanti con il Progetto Nicosia Sindaco, convinti che sia l’unica proposta seria per lo sviluppo del nostro territorio, a maggior ragione dopo le alleanze «macedonia» che si registrano nella destra vittoriese».