Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 1054
VITTORIA - 03/06/2011
Politica - Il deputato comisano prende le distanze dall’ «ambigua» strategia aielliana

Digiacomo: «Aiello vittima di furore autodistruttivo»

Gli ex «compagni» di partito bocciano la politica dell’ex sindaco: «Nicosia vincerà lo stesso»
Foto CorrierediRagusa.it

Le ideologie sono ideologie ed il realismo c’entra ben poco. «Gli elettori puniranno le ambiguità». È un po’ la sintesi della critica dell’onorevole Pippo Digiacomo (Pd) nei confronti del candidato Aiello che in comunicato piuttosto ambiguo da un lato lascia liberi i suoi elettori e dall’altro li esorta a votare Incardona per bocciare Nicosia. Digiacomo ha detto chiaramente che l’invito di Aiello ai suoi elettori a votare liberamente e secondo coscienza, non è credibile.

L´on. Pippo Digiacomo ha infatti dichiarato: «Che da Aiello arrivi l´invito a votare l´ex missino Incardona, proprio non lo capisco se non in termini di un furore distruttivo e autodistruttivo. E non è una questione soltanto ideologica, di destra o di sinistra. Infatti, se la posizione critica di Aiello nei confronti di Nicosia rimonta a qualche anno fa, ben più lunga e più aspra è stata la posizione dello stesso Aiello nei confronti di Incardona, per più di un decennio descritto come il padre di tutti i mali vittoriesi. Di solito, quando si verificano corto circuiti di questo tipo, si lasciano veramente liberi gli elettori. Invece dire che gli elettori sono liberi, e però forse ci apparentiamo per «realismo», e però essi elettori devono votare il candidato Incardona, mi sembrano delle ambiguità che gli stessi elettori puniranno senza se e senza ma, confermando Nicosia sindaco di Vittoria».