Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:21 - Lettori online 871
VITTORIA - 01/06/2011
Politica - I probabili 30 consiglieri in attesa della proclamazione ufficiale dopo il premio di maggioranza

La Rosa il più votato, tonfo di Terranova a sorpresa

Non essendo stato assegnato il premio di maggioranza, la ripartizione dei seggi potrebbe subire cambiamenti dopo il ballottaggio. Un «certo» Romano supera Aiello, il medico Cannizzo e l’avvocato Lombardo
Foto CorrierediRagusa.it

Nessuno delle coalizioni ha ottenuto il 40% al primo turno, per cui bisogna attendere il ballottaggio per assegnare il premio di maggioranza che dovrebbe consentire alla nuova amministrazione di governare con l’organo di controllo amico. La legge è abbastanza contorta, ci sono diverse teorie sull’assegnazione dei seggi che non autorizzano ancora nessuna certezza. Tuttavia, se la partita fra Giuseppe Nicosia e gli altri candidati si fosse chiusa al primo turno, il nuovo consiglio comunale sarebbe composto in questo modo. Riportiamo sotto solo i più votati e le presunte ripartizioni di seggi, suscettibili di modifiche radicali a favore dell´una o dell´altra coalizione che vincerà il ballottaggio. In ogni caso la coalizione che vincerà avrà assegnati 18 seggi su 30.

LISTA AIELLO SINDACO SEGGI 6:
Giacomo Romano 287
Francesco Aiello 237
Giuseppe Cannizzo 203
Giovanni Lombardo 179
Gaetano Carbonaro 176
Luigi Melilli 143

LISTA PD SEGGI 6:
Salvatore Avola 385
Giovanni Caruano 217
Giulio Branchetti 215
Salvatore Di Falco 197
Giombattista Faviana 191
Rosario Dezio 160

LISTA I DEMOCRATICI SEGGI 3:
Elio Cugnata 272
Giuseppe Scuderi 236
Alfonso La Marmora 164

LISTA INCONTRIAMOCI SEGGI 3:
Gino Puccia 243
Concetta Fiore 229
Santo Cirica 213

LISTA SEL SEGGI 3:
Mariella Garofalo 189
Giuseppe Mustile 168
Enzo Cilia 157

LISTA UN NUOVO INIZIO INCARDONA SEGGI 3:
Salvatore Sansone 125
Daniele Barrano 124
Emanuele Baldanza 116

LISTA FORZA DEL SUD SEGGI 3:
Andrea La Rosa 451
Salvatore Artini 210
Gianluca Messina 183

LISTA PDL SEGGI 3:
Giovanni Moscato 327
Andrea Nicosia 293
Fabrizio Comisi 213

Spiccano delle novità importanti rispetto al Consiglio precedente. Dei vecchi consiglieri resistono Giuseppe Cannizzo, Gaetano Carbonaro e Francesco Aiello. Balza agli onori della cronaca il plebiscito ottenuto da Giacomo Romano che ha pescato 287 voti nel quartiere San Giovanni, precedendo Aiello, stesso quartiere, di ben 50 voti.

Nel Pd riconfermati solo Avola e Dezio. Caruano, Branchetti e Di Falco erano stati assessori prima delle dimissioni da consiglieri comunali. Sorprende l’uscita di scena di Luciano D’Amico, primo dei non eletti, di Angelo Macca, Giovanni Formica, Filippo Cavallo, Anna Mezzasalma e dello stesso Giovanni Denaro presidente Sogevi, Giuseppe Fiorellini, Peppe Cannella, Fabio Prelati.

Confermato Alfonso La Marmora con i Democratici. Ottima l´affermazione di Elio Cugnata e di Giuseppe Scuderi. Riconfermati anche Concetta Fiore e Gino Puccia, che la prima volta s’era dimesso per l’Amiu. Tris pieno per il Sel con la riconfermata Mariella Garofalo accanto a Mustile e Cilia.

Nella coalizione di Incardona il mattatore è Andrea La Rosa, 451 preferenze, che ripaga l’ingiustizia subita 5 anni fa quando con la lista civica fu il più votato sopra i 200 voti ma non ottenne il quorum per entrare. Stavolta surclassa persino Salvatore Artini, costretto a decurtare i suoi 500 voti fino a 210 preferenze. Ottima nel Pdl la riconferma di Giovanni Moscato e del giovane Andrea Nicosia (293), figlio del consigliere provinciale Ignazio Nicosia.

Spicca anche un altro dato, la bocciatura di molti assessori della precedente giunta Nicosia. Oltre a D’Amico restano fuori Anna Mezzasalma, Giuseppe Mascolino, Giuseppe Malignaggi e persino il presidente del Consiglio Luigi D’Amato.