Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:26 - Lettori online 977
VITTORIA - 10/04/2011
Politica - Vittoria: ultim’ora dalla politica vittoriese a 2 mesi dal voto

Nino Nicosia lascia Fli, aderisce a FdS e va con Incardona

La decisione, dopo un lungo travaglio: «Non mi riconosco più nella linea di Granata e degli altri dirigenti Fli. A Ragusa si vota Dipasquale, a Vittoria no: è solo una fatto personale fra Granata e Incardona, non ci sto». Franco Iemolo non lo segue ma voterà Incardona
Foto CorrierediRagusa.it

Nino Nicosia (nella foto al centro) ha lasciato Fli per aderire a Forza del Sud. Si candiderà al Consiglio comunale per Carmelo Incardona. La decisione dopo avere informato Franco Iemolo e altri esponenti che gli sono stati vicini in questi ultimi tempi. «Non mi riconosco più nella linea di Fabio Granata e degli altri dirigenti Fli- dice Nino Nicosia, dopo un lungo travaglio durato mesi- ho capito che è una questione personale fra loro e io con le beghe personali non voglio avere a che fare. Mi devono ancora spiegare perché a Ragusa Fli e Granata autorizzano a votare Dipasquale e a Vittoria no. Ho atteso molto, ma i miei amici di Scoglitti e di Vittoria, un centinaio di persone, m’hanno spinto a decidere in fretta: vado in Forza del Sud».

Il neurologo Franco Iemolo, che è stato punto di riferimento di Fli insieme a Nicosia, ha appreso la decisione e conferma. In questo momento non se la sente di tradire il partito di Fini, ma rivela che voterà e farà votare Carmelo Incardona. «E’ l’uomo che il centrodestra ha scelto e io lo voto perché sono uno di centrodestra. Mi riconosco nelle posizioni di Scalia, Urso e Fini, resto in Fli ma preparo una lista civica in appoggio a Incardona».

Franco Iemolo parte dal presupposto che in questi casi bisogna rispettare l’orientamento prevalente della coalizione. «Qualunque sia la posizione di ognuno di noi- afferma riferendosi anche a chi ha cercato di mettere il bastone fra le ruote dell’attuale candidatura- se il centrodestra ha individuato in Incardona il candidato, proporre alternative è solamente pretestuoso, un modo che può solo arrecare danno alla coalizione e al candidato».

Seppure con diversi distinguo e con tante difficoltà, la mappa del centrodestra per queste prossime elezioni appare definita. Gli unici dubbi interni erano quelli di Fli. Della ex Alleanza nazionale esiste ben poco di unito. Alcuni sono transitati in Forza del Sud, altri sono nel Pdl vicini a Leontini, altri ancora con Nino Minardo. Il risultato elettorale dirà se il centrodestra ha votato compatto attorno al suo candidato, a prescindere dalle polemiche e ruggini vecchie e nuove, o se ancora una volta ha fatto finta di essere unito, salvo disperdersi dentro la cabina elettorale. Un film già visto con le precedenti candidature del centrodestra sostenute da Luigi D’Amato e Saverio La Grua.

Nella foto sotto Franco Iemolo

Franco Iemolo