Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 920
VITTORIA - 03/01/2011
Politica - Vittoria: acque agitate nel partito di Gianfranco Fini

Lite interna a Fli, Frasca contro Nicosia: "Nessuno lo ha eletto segretario"

La replica dell’ex An: «Ha cambiato tanti partiti, è senza rotta. Mi rappresenta lui a livello provinciale? Piuttosto lascio la politica»
Foto CorrierediRagusa.it

Nino Nicosia, consigliere comunale di Vittoria ex An, poi Pdl, infine Fli, non per sua volontà ma per seguire le coordinate di Gianfranco Fini, da buon uomo di navigazione ha provocato un maremoto con le sue dichiarazioni su Futuro e liberà e sul suo appoggio, non avendo altra scelta, alla candidatura di Carmelo Incardona. Apriti cielo! Da Ragusa Filippo Frasca /foto)stronca sul nascere le ipotesi di Nicosia.

«Apprendiamo da organi di stampa- scrive Frasca- che il consigliere comunale Nino Nicosia, passato poco tempo fa insieme all´onorevole Incardona in Futuro e Libertà, non ha seguito il successivo passaggio di quest´ultimo in Forza del Sud; questo non può che farci piacere, però Nicosia prima di parlare di candidature a sindaco proclamando il sostegno a questo o quel candidato o di autonominarsi commissario cittadino del partito, dovrebbe avere l’umiltà di guardarsi attorno e rapportarsi con chi il partito, in silenzio e senza colpi di fumo, lo costruisce inglobando tutti coloro che condividono il manifesto di Gianfranco Fini, come noi di Alleanza popolare per Vittoria, articolazione locale di un folto movimento che rappresenta la prima componente di quello che sarà domani Futuro e Libertà».

Se non è veto questo! Nicosia non può autoproclamarsi leader, né può decidere autonomamente chi appoggiare fra i vari candidati. «I segretari dei partiti o pseudo rappresentanti o commissari- continuano Frasca, Daniele Barrano (consigliere della Circoscrizione sud) e Maurizio Arrabito (consigliere comunale di Scicli)- saranno eletti nei congressi, non si autonominano da soli, decidendo la linea del partito o quale candidato a sindaco da appoggiare».

Queste scelte non possono essere preconfezionate, dunque, ma verranno fuori dal dibattito interno al gruppo dirigente costituente di Fli e dopo un confronto con la deputazione nazionale con la quale il presidente provinciale Filippo Frasca è in continuo contatto. «Nicosia –chiosano Frasca Arrabito e Barrano- farebbe bene ad essere cauto nelle dichiarazioni politiche, poiché queste fughe in avanti non ci lasciano tranquilli. I suoi buoni rapporti con Incardona possono solo farci piacere, ma la politica e le aspettative di una città come Vittoria sono un´altra cosa».

Venuto a conoscenza del veto imposto da Frasca, Nino Nicosia non prende molto sul serio il richiamo alla prudenza. «Chi è Frasca? Sì, ricordo bene, anche lui è senza bussola per i tanti partiti che ha cambiato. Un uomo di mare come me non può prender ordini da uno senza rotta, senza timone e con il motore in avaria. Ci porterebbe a sbattere sul primo scoglio. Se sono queste le persone che mi dovrebbero rappresentare politicamente, piuttosto mi ritiro dalla politica».